Watamu

LUOGHI

ALLA SCOPERTA DI WATAMU

Le bianche spiagge con baie, grotte e insenature e la "gente dolce"

19-05-2018 di redazione

La bellezza della natura intorno a Watamu è il primo  biglietto da visita di questa meravigliosa località turistica del Kenya.
Venti chilometri prima di Malindi, arrivando da Mombasa e Kilifi, dopo i villaggi di Chumani e Matsangoni, s'incontra l'insenatura di Mida, caratterizzata da foreste di mangrovie, piante le cui radici sono in acqua salata. 
A Mida si possono osservare specie molto rare e affascinanti di uccelli, come l'aquila pescatrice africana, la cicogna dal becco giallo e due varietà particolari di Martin Pescatore, di cui uno dal color verde malachite. 
Vi sono passeggiate organizzate di "bird watching" da fare a piedi oppure un "Eco Camp". 
Dall'altra parte della strada statale, si trova l'ingresso dell'Arabuko Sokoke Forest Reserve, la più grande macchia di foresta endemica dell'Africa Orientale. 
La si può visitare in automobile (fuoristrada, ovviamente) con o senza la scorta di un ranger. 
Sono gli uccelli (oltre duecento esemplari) e le farfalle a dettare legge, ma nella Sokoke Forest vi sono ancora specie rare di serpenti, oltre alle più comuni in Kenya come il pathfinder e il black mamba, babbuini, il toporagno elefante e a volte qualche animale di savana che si è perso. Perchè a nord la vasta foresta confina con la savana dello Tsavo. 
Dopo Mida e la foresta, si arriva a Gede, nota per le rovine di una delle più antiche cittadelle arabe fortificate della costa, risalenti al tredicesimo secolo. Oggi si possono notare resti di palazzi lussuosi e moschee, una vera e propria roccaforte swahili in mezzo alla foresta.Antichi fasti di una civiltà spazzata via dalle agguerrite tribù somale, i misteri dei commerci e dello splendore di Gede rimangono tuttavia un'attrazione per turisti, non tanto per le rovine ma per immaginare la vita in un borgo evoluto e fiorente a pochi chilometri dal mare. 
Dal bivi0 di Gede si può raggiungere Watamu, la rinomata meta turistica dalle bianche spiagge, dai faraglioni e dal mare che ricorda quello delle Seychelles. 
Watamu (dal swahili "watu tamu", gente dolce) era nota fin dai tempi dei primi coloni inglesi, che amavano sostare e fare pesca d'altura nel villaggio, in cui peraltro vivevano ottimi marinai e fabbricanti di dhow, le imbarcazioni tipiche swahili.
Anche lo scrittore Ernest Hemingway vi fece tappa negli anni Trenta e un resort inglese porta il suo nome. 
Da vedere, le splendide baie tra cui la Blue Lagoon, davvero incantevole con i suoi isolotti e le varietà di stelle marine, conchiglie e altre amenità marine. 
Oggi a Watamu sono molte le strutture alberghiere, ma l'estensione della sua area e la sua struttura fa sì che molte siano seminascoste tra mare e vegetazione. 
Tante sono anche le ville, a quelle britanniche si sono aggiunte in tempi più recenti le residenze da sogno degli italiani.
Il Watamu National Marine Park è famoso per le sue varietà di pesci e per le tartarughe marine, al largo dell'omonima baia. 
Possibile anche organizzare, partendo dalla spiaggia dell'Hemingways, escursioni per la pesca d'altura o fare windsurf. 
Chiaramente si può raggiungere in barca anche l'insenatura di Mida, fare snorkelling tra enormi pesci verso le grotte della Tewa (cernia, in swahili).

TAGS: watamu spiaggewatamu marewatamu turismowatamu italiani

Non più tardi di cinque anni fa a Nairobi girava la storia (che da più parti assicurano fosse vera) che un Ministro del Governo ed addirittura alcuni dirigenti del Ministero del Turismo non fossero al corrente dell'esistenza di Watamu.
Per...

LEGGI TUTTO

A Watamu il turismo è ormai un fenomeno a sé da ogni possibile vicissitudine del Kenya.
Questo è un dato di fatto ormai assodato e la buona notizia è che

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ormai il titolo che da tempo le è stato conferito, quella di "Perla dell'Oceano Indiano" non glielo toglie più nessuno.
Questo agosto è quanto mai la stagione di consacrazione di Watamu.
Nonostante un tempo non perfetto (ma per gli italiani,...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Nell'ambito della presentazione del "Kenya Beach Destination Strategy", il rapporto sul rilancio del turismo commissionato dal Governo del Kenya all'agenzia spagnola THR, ieri a Malindi si è parlato anche della destinazione Watamu.
"Una meta turistica che dovrà essere completamente sganciata...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"Fully booked" è la parola di questa fine d'anno, per quanto riguarda Watamu.
Significa "tutto esaurito" ed è quel che stanno registrando gli hotel e i resort della cittadina diventata il punto di riferimento costiero del Kenya.
Le strutture alberghiere...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Watamu è la regina marittima del Kenya, su questo ormai non ci sono dubbi.
Al di là del richiamo di massa e degli weekend per Mombasa, grazie soprattutto al nuovo treno veloce SGR che collega la capitale Nairobi alla seconda...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Migliaia di appassionati si sono dati appuntamento in questi giorni a Watamu per uno spettacolo unico, per certi versi comparabile alle grandi migrazioni in savana. Sicuramente per i patiti di mare la grande migrazione delle balene dal Madagascar all'India è...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

In controtendenza con molti resort e villaggi turistici che hanno chiuso i battenti, specialmente per la mancanza di charter e voli continuativi, ma anche per ristrutturazioni e manutenzione stagionale, il 7 Islands Resort di Watamu rimarrà aperto nella bassa stagione.LEGGI TUTTO

Una ricerca condotta dalla BMI Pubblication, agenzia che si occupa di svariate testate, magazine e siti online di viaggi e turismo, ha condotto una ricerca sul nuovo marketing per la costa keniota e ne ha condiviso recentemente a Diani i...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La Contea di Kilifi crede molto in Watamu e punta forte sul suo sviluppo per farne l'hub turistico principale della regione.
Lo spiega il segretario generale Owen Baya, che annuncia investimenti importanti per il marketing, particolarmente in Inghilterra, Francia e...

LEGGI TUTTO

Anche Watamukenya.net si è rifatto il trucco.
E non solo!
Il portale di Watamu ora diventa dinamico, si potrà leggere più facilmente su ogni supporto mobile, avrà le notizie linkabili singolarmente e darà più spazio alla promozione turistica.
Recentemente il...

LEGGI TUTTO

L'anno d'oro di Watamu presenta le sue cifre: più 40% di turismo straniero rispetto all'anno scorso e più 25% di visitatori locali.
I dati del boom della costa nord del Kenya e specialmente...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La vendita di Watamu per la prossima stagione e in generale come luogo di villeggiatura, seconda casa e anche possibile paradiso dove cominciare una nuova vita, si trasferisce in Italia. Nel Vecchio Continente riprendono le trattative per l'acquisto di case,...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Tre incanti del Kenya: gli animali e la natura della savana, il piacere della corsa nella rift valley insieme ai connazionali dei grandi campioni del mondo e le bianche spiagge di Watamu per rilassarsi e godere del mare e del...

LEGGI TUTTO

La più amata dai turisti italiani in Kenya, la più frequentata dai keniani per le feste, la più riscoperta da inglesi e americani e una piacevole novità per tutti gli altri viaggiatori internazionali.
Questo il nuovo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Marco Cavalli, quarantacinquenne piemontese di Alessandria, è il nuovo Corrispondente Consolare Italiano a Watamu. 
Lo ha reso noto ufficialmente l'Ambasciata d'Italia a Nairobi. 
Facendo riferimento al Consolato Onorario d'Italia a Malindi, Cavalli farà da tramite tra i connazionali di stanza...

LEGGI TUTTO