Prodotti del territorio

FRUTTA

Graviola, la "dolce medicina" africana

Tante benefiche proprietà: ecco quali

15-05-2019 di redazione

Potete trovarla nei mercati locali sulla costa del Kenya, o vederla piegare i rami della pianta su cui matura, l'Annona muricata.
Potrà sembrarvi ostica con i suoi aculei ed enorme (un singolo frutto può raggiungere 2 kg di peso), ma non solo è commestibile, ma è uno dei frutti più benefici e salutari che si trovino in natura. 
Stiamo parlando della graviola, conosciuta anche come Corossole o Guanàbana, molto comune all'equatore. 
La sua buccia verde brillante (diventa un po' più spento e scuro quando il è matura) è sottile e presenta aculei non pericolosi. 
La polpa è morbida, generalmente di colore bianco ed ha una consistenza carnosa, succosa e un sapore leggermente acido ma molto dolce, il frutto ospita al suo replicas relojes interno numerosi semi di colore nero che si rimuovono facilmente.
Può essere tagliata a metà e gustata direttamente con un cucchiaino, oppure utilizzata per la preparazione di frullati.
In Kenya, dove abbonda, la chiamano "dawa tamu", che significa "dolce medicina". 
La graviola è un frutto ipocalorico, ricco di vitamine del gruppo B e C, ferro, magnesio, potassio, proteine e amminoacidi. 
A queste si aggiungono altri elementi dalle indicazioni particolarmente terapeutiche : le acetogenine dalle qualità antitumorali, l’acido Y-amminobutirrico (GABA) per l’ansia, le cumarine contro i batteri e molto altro ancora. Proprio per queste qualità, il frutto – ma anche la pianta e le foglie, dove questi elementi si rilevano in misura maggiore – è da secoli utilizzato come rimedio naturale per la cura delle più comuni patologie, dalle infezioni alla pressione alta ( l’assunzione del frutto porta a un calo naturale delle pressione sanguigna, quindi il ricorso può essere indicato per chi soffre di ipertensione ).
L'assunzione di graviola viene inoltre consigliata per la cura dei vermi intestinali, in caso di stress e di problemi nervosi, per eliminare i pidocchi, oltre che per tonificare e rafforzare il cuore.

TAGS: frutta kenyagraviola kenyamedicina naturale kenya

Una cena di San Valentino davvero speciale al Mapango Restaurant sulla spiaggia del Lily Palm Resort.
Per la serata dedicata...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Metti una splendida struttura che sembra una torre disegnata da Gaudì in mezzo alla foresta ancora vergine di Watamu, ad un centinaio di metri dall'oceano e dalla lunghissima bianca spiaggia tra Turtle Bay e Garoda. 
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una preparazione "made in Watamu" per mantenere la pelle giovane e rilassata.
La speciale maschera facciale è stata creata da Lara Abagni, di Lakshmi Spa a Watamu, con tre ingredienti naturali di cui il Kenya abbonda.
Il frutto della Papaya,...

LEGGI TUTTO

La cannella o cinnamomo è un albero sempreverde della famiglia delle Lauracee, originario dello Sri Lanka ma largamente diffuso in tutto l’Oriente.
Oggi viene...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Le mangrovie di Watamu sono un paradiso naturale che attira ogni anno migliaia di turisti, ambientalisti e viaggiatori amanti della natura e delle meraviglie acquatiche. Costituiscono un paesaggio naturale unico e fantastico, con un suo microclima ed un ecosistema che...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Da qualche giorno, il Buffalo Camp, lodge appena fuori dal Parco Nazionale dello Tsavo Est, ha un nuovo proprietario.
L'Osteria Group di Maurizio Corti si è aggiudicato l'asta che assegnava la concessione del Governo per gestire e organizzare il campo...

LEGGI TUTTO

Watamu si prepara ad esplodere gli ultimi fuochi d'artificio di un'ottima stagione.
Con la Pasqua "bassa", la prossima settimana, hotel e attività della cittadina costiera più appetita dal turismo nazionale ed internazionale, segnano le ultime...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' un rituale che si ripete ormai da troppo tempo, ma non sono servite nemmeno le schermaglie elettorali a colpi di colpe per fermarlo.
Come quasi ogni mese (unico stop, per fortuna, durante il periodo delle feste) manca l'acqua nella...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il mio Mal d'Africa ha un nome, Watamu.
Conosco poco del Continente Nero, ho visitato il parco nazionale dello Tsavo e la riserva dell'Amboseli, ho visto le cascate Vittoria in Zambia e ho fatto volontariato per due settimane in Uganda.LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

Proseguiamo la nostra visita alle realtà solidali italiane nella zona di Watamu, con un piccolo ma significativo progetto andato a segno a Timboni.
Si tratta della nursery costruita dall'associazione "My name is help" di Bergamo.
La S.P.& K. nursery school...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' luglio, a Watamu siamo tutti pronti per salutare il passaggio delle balene che migrano in questa stagione dal Madagascar, attraverso le coste del Mozambico e della Tanzania, verso est.
Uno spettacolo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Tra le mille possibilità di godere la Natura che il Kenya, e particolarmente la sua costa, possono vantare, c'è sicuramente il paesaggio marino dominato dalle mangrovie.
Queste piante che affondano le loro radici in terreni che si nutrono di acqua...

LEGGI TUTTO

E' stato inaugurato ufficialmente nei giorni scorsi, con una bella festa serale che ne ha esaltato la bellezza sotto le stelle e un'illuminazione impeccabile, il Kobe Suite Resort, in località Garoda a Watamu.
Davanti all'omonima spiaggia, considerata da riviste ed...

LEGGI TUTTO

I connazionali in vacanza che lo hanno visto aggirarsi dalle parti della spiaggia della Garoda non credevano ai suoi occhi, altri hanno pensato ad un turista che gli somiglia parecchio.
Invece il comico...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Quest'anno lo spettacolo del passaggio delle balene a Watamu si è iniziato a godere già a fine giugno. Con una decina di giorni di anticipo rispetto all'anno...

LEGGI L'ARTICOLO

E' Jacaranda Bay la spiaggia più bella di Watamu, lo dicono centinaia di appassionati d'Africa, turisti e residenti italiani che amano la costa del Kenya.
Una settimana di votazioni, più di quattromila preferenze tra i lettori dei due portali watamukenya.net...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E LA CLASSIFICA FINALE