Ultime Notizie

PERSONAGGI

Michael Soi, l'artista keniano innamorato dell'Italia

Intervista al celebre illustratore e creativo della pop art

13-06-2021 di redazione

Lui si chiama Michael Soi, ha 49 anni e da oltre venti è considerato uno dei più innovativi, geniali e dissacranti artisti del Kenya.
Pittore, illustratore e creativo della pop-art dalla spiccata vena satirica, Soi prende ispirazione particolarmente dalla vita contemporanea di Nairobi. 
Le sue coloratissime opere, tra vignette e caricature, ricche di particolari e di segni distintivi, ma anche originali ritratti, costituiscono una sorta di diario fotografico della società emergente del suo Paese ed è una delle visioni più lucide e graffianti delle sue tendenze sociali e politiche. 
Soi è anche un indagatore delle relazioni, interraziali e intereconomiche che in una metropoli multietnica come Nairobi si intrecciano con quello che lui chiama "business dell'amore", con le tradizioni, la globalizzazione e il consumismo.
La sua serie "China loves Africa", ad esempio, è uno spaccato sarcastico, iconoclasta e coraggioso sulla presenza del gigante asiatico in Kenya.
Ultimamente la sua fama è approdata anche oltreoceano (Atlantico) per i suoi divertenti ritratti di Donald Trump. 
Malindikenya.net incontrato l'artista a Nairobi, per parlare della sua relazione con l'Italia, Paese che lo ha attratto fin da ragazzino.
"Ma allora c'era di mezzo il calcio - rivela Soi - ero un fan della Serie A, in particolare di Totti e di Zidane. Con gli amici siamo cresciuti con il sogno del Paese del football. Poi i miei studi mi hanno portato a scoprire i grandi dell'arte, da Leonardo Da Vinci in poi, e la mia percezione è decisamente cambiata".
Soi ama viaggiare, negli ultimi anni ha partecipato a numerosi workshop e conferenze, oltre che in Patria e nel Continente africano, ha esposto in mostre internazionali e ha un enorme seguito di collezionisti e appassionati in tutto il mondo.
"Il mio appuntamento fisso con l'Italia è ogni due anni, alla Biennale di Venezia - spiega l'artista keniano - ma ormai si può dire che la Biennale sia quasi una scusa, in realtà io amo Venezia e l'Italia, anche se per adesso oltre alla città lagunare ho visitato solo brevemente Roma. Ho però già in programma Firenze. Adoro Venezia soprattutto perché non si vedono automobili in giro, un po' come qui a Lamu. Ma Venezia è ricca di storia, mi piace relazionarmi e conversare con la sua gente, mangiare bene e bere la buonissima grappa del territorio".
Per Soi Kenya e Italia dovrebbero lavorare insieme per far conoscere le bellezze del nostro Paese e l'utilità che l'arte e la cultura possono avere sulla creatività e l'apertura mentale dei suoi connazionali.
Intanto lui guarda avanti alle prossime sfide, a colpi di pennello e matita.
"Voglio creare un lavoro che metta in evidenza i problemi delle donne in Africa - rivela l'artista - in particolare quelli che derivano dal modo in cui gli uomini vedono le donne qui e il modo in cui le trattano. E' un argomento spesso scomodo, molti preferiscono non parlarne. Eppure è ancora così, le donne hanno ancora il ruolo di donatrici di piacere, sono poco più che uno strumento grazie al quale gli uomini possono godere. Questo è un argomento che mi interessa da tempo, vorrei far riflettere il genere maschile su come vedono le donne e come ancora tendono a relazionarsi con loro".

TAGS: Micahel SoiKenyan artistKenya pop art

L'appuntamento unico è fissato per venerdì 10 gennaio al Come Back di Watamu, per una serata di ...

LEGGI L'ARTICOLO

Una serata musicale di altissimo livello, quella che è stata organizzata dal Come Back Club di Watamu per il prossimo martedì 9 gennaio.
Al polistrumentista Marco "Sbringo" Bigi, conosciutissimo a Malindi e Watamu per le sue serate da "one man band" (soprattutto al piano...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Luci sulla stagione di Paparemo Beach, iniziata giovedì scorso con il primo beach party "a fari spenti" per scaldare i motori.
Serata andata oltre le aspettative per un classico di Watamu che era già molto atteso e che da qui in...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Uno degli artisti pop keniani del momento sarà eccezionalmente in concerto sabato sera, 17 febbraio al Papa Remo Beach di Watamu.
Il rapper di Mombasa Otile Brown, ormai una star in tutto l'Est Africa, si esibirà nell'ambito...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Parco Nazionale del Monte Longonot ed il suo ecosistema si trovano a circa 90 km da Nairobi. 
La riserva si estende su circa cinquanta chilometri quadrati, di cui la maggior parte è occupata dalla montagna stessa, che di fatto...

LEGGI TUTTO

"Africa".
Quante volte abbiamo ascoltato questa parola, questa evocazione, in un brano musicale?
Centinaia sono i brani pop il cui titolo riporta il nome del Continente Nero, ogni lingua e Nazione ha la sua canzone.
Ecco la playlist di malindikenya.net...

LEGGI, GUARDA E ASCOLTA