Mal d'Africa

MAL D'AFRICA

Ecco perché Watamu mi ha stregato

"E' la terza volta che torno e vorrei fosse l'ultima. Per restare"

27-06-2017 di Angela

Il mio Mal d'Africa ha un nome, Watamu.
Conosco poco del Continente Nero, ho visitato il parco nazionale dello Tsavo e la riserva dell'Amboseli, ho visto le cascate Vittoria in Zambia e ho fatto volontariato per due settimane in Uganda.
Ma è bastata una vacanza sulle rive dell'Oceano Indiano, in Kenya, per farmi pensare: "ecco sono a casa".
Sarà che ho sempre amato il mare, che ho scoperto in tarda età (ho appena passato i cinquanta) che una delle cose che ami di più è passeggiare sulla spiaggia, anche due volte al giorno, all'alba e prima del tramonto.
A Watamu ho scoperto il piacere di percorrere tutta la striscia di sabbia bianca che va dalla baia dell'Hemingways alla spiaggia della Garoda e ritorno.
Qualcosa di fantastico, incomparabile. Di fianco a te, un mare azzurro che diventa turchese, blu e assume tutte le altre tonalità marine.
Vivi e respiri natura come poche volte può capitarti in un luogo di mare, con l'orizzonte che ti inghiotte e il cielo che ti fa da casa. 
Dall'altra parte, la verde selva di palme e casuarine che nasconde la civiltà.
Ma Watamu ovviamente non è solo spiaggia e acqua cristallina.
Non sono la classica turista, mi piace confondermi tra la gente, visitare i quartieri popolari, girare senza paure tra mercatini e bazar, incontrare sorrisi e sguardi curiosi. E Watamu da questo punto di vista è fantastica, se non frequenti solo la strada turistica del centro, dove purtroppo ti imbatti invece in un gruppetto di beach boys che ti apostrofano in italiano e cercano di venderti qualsiasi cosa, perfino se stessi dicendoti "ti amo", senza conoscerti nemmeno.
Ma Watamu è nelle viuzze che portano al mare, dietro le case arabe con i cortili interni dove le mamme cucinano samosa e chapati e accudiscono bimbi senza le apprensioni occidentali.
Watamu è nel casino felice di Timboni, dove le motorette dei bodaboda s'intrufolano ovunque, nella frutta esposta ovunque, nelle stradicciole che dall'asfalto in un attimo ti portano alla foresta. 
E poi c'è il creek di Mida, dove la Natura torna a regnare sulle persone e ti regala un relax che sembra appartenere all'epoca in cui noi occidentali ancora non sapevamo dell'esistenza del paradiso.
E' la terza volta che torno a Watamu e ancora mi perdo in queste cose con felicità, senza averne abbastanza.
E' la terza volta che torno e vorrei fosse l'ultima.
Per poter restare.
Per sempre.

TAGS: Watamu mareWatamu KenyaKenya spiaggeKenya beach

Non più tardi di cinque anni fa a Nairobi girava la storia (che da più parti assicurano fosse vera) che un Ministro del Governo ed addirittura alcuni dirigenti del Ministero del Turismo non fossero al corrente dell'esistenza di Watamu.
Per...

LEGGI TUTTO

E' Jacaranda Bay la spiaggia più bella di Watamu, lo dicono centinaia di appassionati d'Africa, turisti e residenti italiani che amano la costa del Kenya.
Una settimana di votazioni, più di quattromila preferenze tra i lettori dei due portali watamukenya.net...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E LA CLASSIFICA FINALE

Nell'ambito della presentazione del "Kenya Beach Destination Strategy", il rapporto sul rilancio del turismo commissionato dal Governo del Kenya all'agenzia spagnola THR, ieri a Malindi si è parlato anche della destinazione Watamu.
"Una meta turistica che dovrà essere completamente sganciata...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Garoda Beach, Jacaranda Bay, Love Islands (Baia dell'Amore), Short Beach, Watamu Bay.
In ordine rigorosamente alfabetico, presentiamo la Top 5 delle spiagge di Watamu.
Starà ai nostri lettori, su facebook o scrivendo a info@watamukenya.net, decretare quale di questi angoli di...

LEGGI LA PRESENTAZIONE ALL'INTERNO E GUARDA LE IMMAGINI!

"Fully booked" è la parola di questa fine d'anno, per quanto riguarda Watamu.
Significa "tutto esaurito" ed è quel che stanno registrando gli hotel e i resort della cittadina diventata il punto di riferimento costiero del Kenya.
Le strutture alberghiere...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Tre incanti del Kenya: gli animali e la natura della savana, il piacere della corsa nella rift valley insieme ai connazionali dei grandi campioni del mondo e le bianche spiagge di Watamu per rilassarsi e godere del mare e del...

LEGGI TUTTO

Un nuovo, graziosissimo "chiringuito" si affaccia nell'accattivante scenario dei punti di ritrovo sulla spiaggia di Watamu.
Nella baia di Fortamu, di fronte all'isola dell'amore e a pochi metri da...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un'iniziativa ormai periodica che coinvolge i residenti di Watamu, organizzata dal Kenya Wildlife Service in collaborazione con le principali associazioni che si occupano di...
  

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Specialmente in Kenya, ogni effetto positivo ha il suo rovescio della medaglia.
Quest'anno il turismo a Watamu ha ripreso a marciare nella direzione giusta, quello di un buon numero di presenze che si è protratto fino ai giorni attuali, con...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Da antiche scritture arabe, si sa che la foresta di Arabuko si estendeva da appena fuori Malindi fino quasi a Kilifi ed era popolata da belve feroci, serpenti velenosi (cobra soprattutto) ed elefanti, che spesso arrivavano fino alle spiagge inesplorate...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

A Watamu è facile passare la sera di Ferragosto sulla riva dell'Oceano, cenando sotto le stelle con la brezza marina e il sussurrare delle palme.
Lunedì sera ecco almeno due buone occasioni per regalarsi il cenone in un'atmosfera speciale: al...

LEGGI TUTTO

Watamu è sempre più votata all’ospitalità, come nessun’altra località turistica della costa keniana.
Nel giro di pochi chilometri di estensione, la “perla dell’Oceano Indiano” può contare ben...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il rilancio del Sun Palm Beach Resort di Watamu è ormai realtà. 
Una splendida realtà aperta anche a turisti esterni, villeggianti e residenti.
La storica struttura affacciata su una delle più affascinanti insenature della "perla dell'Oceano Indiano", dopo il sapiente...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Prosegue alla grande la stagione del Paparemo Beach di Watamu.
Lo splendido ed esclusivo locale sull'Oceano Indiano nella baia delle sette isole (detta anche baia dell'amore) abbina alle giornate di mare con i lettini sulla spiaggia, l'elegante ristorante e il...

A Watamu il turismo è ormai un fenomeno a sé da ogni possibile vicissitudine del Kenya.
Questo è un dato di fatto ormai assodato e la buona notizia è che

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Anche a marzo inoltrato, sul finire dell'estate africana, Watamu continua ad attrarre turisti e ad incantare personaggi famosi.
Nella domenica del Paparemo Beach, un vero classico delle splendide giornate di sole su una delle spiagge di culto della villeggiatura nella...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO