Ultime Notizie

NEWS

Col ritorno del turismo si riapre la questione beach boys a Watamu

Albergatori uniti: "Troviamo il modo di regolarizzarli". Bertoni (Garoda): "Io l'ho fatto"

10-03-2017 di redazione

Specialmente in Kenya, ogni effetto positivo ha il suo rovescio della medaglia.
Quest'anno il turismo a Watamu ha ripreso a marciare nella direzione giusta, quello di un buon numero di presenze che si è protratto fino ai giorni attuali, con le compagnie di charter che stanno pensando di allungare fino a Pasqua i voli settimanali, previsti per ora solo fino al 31 marzo.
Ma con il ritorno dei connazionali in vacanza sulle bianche spiagge della località turistica più frequentata del Paese, il bagnasciuga purtroppo si ripopola di personaggi che hanno poco a che fare con chi lavora per la promozione di questa destinazione e chi conosce le regole di un luogo di villeggiatura.
Oltre ai beach operators che vendono artigianato o altri prodotti legalmente sulle spiagge, ci sono gruppi di improvvisati faccendieri che non solo cercano di imporre la propria mercanzia o le proprie offerte al turista, ma lo assalgono verbalmente fino allo sfinimento.
Negli anni passati questa era stata individuata dagli imprenditori del settore turistico come una delle cause prinicipali delle lamentele dei turisti e del loro parere negativo sul Kenya, che pur affascina sempre tantissimo.
Oggi gi albergatori sono impegnati a risolvere il problema, di concerto con tutte le parti in campo.
"Siamo determinati a lavorare con i beach operators - ammette Pasquale Tiritò, proprietario del Jacaranda Resort - per evitare che nelle spiagge più belle dei luoghi turistici stazionino personaggi che non possono essere chiamati operatori turistici. Costoro devono essere messi in regola, anche per il bene del loro stesso business, ci vuole un'organizzazione che porti ad avere davanti agli hotel solo persone che non disturbino chi è in vacanza".
Della stessa opinione è il titolare del Lily Palm Resort, Rolando Canestrini: "In passato abbiamo fatto riunioni, abbiamo chiesto collaborazione, ma alcuni elementi dannosi continuano a rovinare il buon lavoro di tanti altri. La situazione è migliore di anni fa, ma si può arrivare a una serena convivenza".
Un consiglio arriva invece da chi sembra avere risolto il problema qualche anno fa. 
"Noi attualmente non abbiamo più problemi con i beach boys - spiega Guido Bertoni, GM di Garoda Resort - abbiamo responsabilizzato gli operatori locali, dopo aver preso visione di progetti simili andati a buon fine a Bamburi e Diani. Abbiamo dotato di divise chi è in regola, schedato tutti i legittimi lavoratori che, responsabilizzati, sono i primi ad escludere chi viene in spiaggia con altre intenzioni che non siano quelle di vendere qualcosa senza esasperare i possibili clienti. La creazione del mercatino sulla spiaggia è la riprova".
Un sistema che potrebbe funzionare anche nel resto di Watamu, se gli albergatori italiani si unissero.
"Certo - prosegue Bertoni - io sono stato favorito dall'ubicazione del mio resort, un po' fuori dal centro di Watamu. Ma i villaggi che hanno questo problema dovrebbero unirsi e provare questo metodo. Chi ha intenzione di operare in maniera seria, verrà aiutato e avrà pantaloncini e maglietta che lo potranno distinguere. E alla fine saranno loro i primi a segnalare chi non vuole seguire queste regole che non fanno bene solo a noi, ma all'intero indotto turistico del Paese e all'immagine del Kenya nel mondo".

TAGS: Beach boys KenyaBeach operators KenyaWatamu beach boys

"Quelli che sono arrivati a Watamu vent’anni fa in vacanza e non sono ancora ripartiti.
Quelli che sono in Kenya da tre giorni ma hanno già capito tutto..."
Così ha iniziato...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Nell'ambito della presentazione del "Kenya Beach Destination Strategy", il rapporto sul rilancio del turismo commissionato dal Governo del Kenya all'agenzia spagnola THR, ieri a Malindi si è parlato anche della destinazione Watamu.
"Una meta turistica che dovrà essere completamente sganciata...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Più Watamu viene conosciuta a livello internazionale e promossa a livello locale, più ci si rende conto che la "perla dell'Oceano Indiano", come ormai viene chiamata, è una località unica, appartata e sicura che poco ha a che vedere con...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Tre giorni di votazioni serrate, quasi cinquecento segnalazioni per scegliere la spiaggia Top di Watamu, tra le cinque che watamukenya.net ha incluso nelle sue nominations.
Le votazioni attraverso la nostra pagina facebook malindikenya.net, i gruppi dei social forum dove è stato...

CLICCA QUI PER LEGGERE LA CLASSIFICA PROVVISORIA

Premetto: non sono una fanatica del mare e delle vacanze al caldo.
Non impazzisco nemmeno per i villaggi turistici e le vacanze organizzate.
La cosa che mi ha portato in Africa, in Kenya è stata il bisogno di relax.
Stressata...

LEGGI TUTTO IL RACCONTO

Con l'inizio di agosto si movimenta la stagione di Watamu ed entrano nel vivo le serate di Papa Remo Beach. 
Sempre più divertenti e frequentati i mercoledì e i giovedì sera dell'esclusivo locale e ritrovo davanti alla baia dell'amore di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un nuovo affascinante direttore, Betty Radier, e una nuova strategia di marketing.
Questo il Kenya Tourist Board edizione 2017 ha presentato agli hotelier di Watamu, riuniti ieri mattina al Kobe Suite Resort su iniziativa dell'imprenditore e manager Guido Bertoni.

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il mio Mal d'Africa ha un nome, Watamu.
Conosco poco del Continente Nero, ho visitato il parco nazionale dello Tsavo e la riserva dell'Amboseli, ho visto le cascate Vittoria in Zambia e ho fatto volontariato per due settimane in Uganda.LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

E' Jacaranda Bay la spiaggia più bella di Watamu, lo dicono centinaia di appassionati d'Africa, turisti e residenti italiani che amano la costa del Kenya.
Una settimana di votazioni, più di quattromila preferenze tra i lettori dei due portali watamukenya.net...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E LA CLASSIFICA FINALE

Come tutte le settimane, stasera a Watamu si balla con la discoteca del Papa Remo Beach
Il locale nella splendida Baia dell'Amore apre le porte al beach party e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Cenare sotto l'affascinante e romantica luce della luna piena, con i piedi sulla sabbia bianca e sotto gli occhi il luccichio dell'Oceano Indiano.
Cose che...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

A Watamu è facile passare la sera di Ferragosto sulla riva dell'Oceano, cenando sotto le stelle con la brezza marina e il sussurrare delle palme.
Lunedì sera ecco almeno due buone occasioni per regalarsi il cenone in un'atmosfera speciale: al...

LEGGI TUTTO

Chiude in bellezza la stagione delle feste serali del Papa Remo Beach.
L'esclusivo locale sulla spiaggia dell'amore di Watamu da l'arrivederci ai suoi mercoledì sera a base di cocktail, buffet e musica da ascoltare, e all'ormai storico beach party del...

LEGGI TUTTO

Una cena con menu à là carte di pesce o di carne e poi tutti con i piedi nudi sulla sabbia a ballare con il beach party.
Questo l'accattivante programma del Papa Remo Beach, il bar ristorante con spiaggia organizzata...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Serate come quella di sabato scorso a Papa Remo Beach insegnano l'integrazione e che il turismo a cui bisogna ispirarsi oggi è un insieme di internazionalità, eventi aggregativi, divertimento senza barriere, età e differenze sociali.
Così è stato nel...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Chi vive e soprattutto lavora a Watamu non può ignorare un evento importantissimo per l'ambiente e per conservare lo splendore della cittadina turistica e del suo lungomare.
Sabato 17 settembre cade l'International Coastal Beach Clean Up, la giornata mondiale della...

LEGGI TUTTO