Personaggi

PERSONAGGI

Pietro Parisi, cuore e cucina per i bimbi di Watamu

Giorni emozionanti con una onlus italiana per lo chef di Rai Tre

29-08-2017 di Leni Frau

Dalle cucine dei migliori ristoranti del mondo e dalla Rai a preparare ghiottonerie per i bambini di Watamu.
Il "cuoco contadino" Pietro Parisi, volto di "Mi manda Rai Tre" e testimonial della onlus italiana "Mai più Violenza Infinita", è stato il protagonista della festa dei piccoli studenti delle scuole e degli orfanotrofi sostenuti dall'associazione presieduta da Virginia Ceravolo, "malata d'Africa" e di solidarietà.
Parisi ieri pomeriggio tra "show cooking" e sorrisi, ha regalato frittelle di pasta cresciuta con la mchicha locale, bruschette con il pomodoro e l'immancabile pastasciutta, grazie all'ospitalità del Marina Restaurant.
Lo chef cresciuto alla prestigiosa scuola di Alain Ducasse, non è nuovo ad iniziative di questo genere e nemmeno del Continente Nero.
"E' la mia prima volta in Kenya, ma sono già stato più volte in Burkina Faso - racconta a watamukenya.net - dove ho anche acquistato (con mia figlia) un ettaro di terreno, regalando così un orto ad una famiglia locale. So bene che nelle zone povere dell'Africa la cultura gastronomica non esiste, il cibo è sopravvivenza. Però cucinare porta buoni sentimenti di unità e coesione".
Un uomo del sud come lui non può non essere attratto dal Kenya.
"Questo paese è davvero molto bello, c’è il mare, il clima è mite, ricorda un po’ il sud Italia da cui provengo - conferma Parisi - Ho visto anche molta povertà. Ho visitato diversi orfanotrofi in questa settimana e vedere bambini piccoli vivere in situazioni così provvisorie mi ha lasciato un senso di tristezza. 
Bambine di pochi anni che fanno da madri a fratellini o altri orfani più piccoli di loro è una delle immagini più forti e coinvolgenti. Se potessi dare un consiglio alla comunità italiana della costa keniana, direi loro di investire più nella cultura che nei ristoranti..."
Parisi in questo bagno di solidarietà si è trovato più volte a condividere la predisposizione alla gioia dei bambini di Watamu.
"Anche le situazioni più semplici li sorprendono e ridono o sorridono - appunta il cuoco - Ho insegnato loro a fare gli gnocchi e abbiamo cantato insieme “Volare”, è stata un'esperienza incredibile, magica. 
Nonostante abbiano il mare “gratis” a loro disposizione quando li abbiamo portati in gita in spiaggia la loro felicità era incontenibile. I loro sguardi sono indimenticabili e li porterò con me".
Pietro Parisi è uno chef quotato, in carriera (nonostante la grande esperienza ha solo 36 anni) e ha voglia di conoscere altri angoli di mondo dove portare serenità, la cultura del lavoro e l'arte culinaria italiana. Ma Watamu gli è rimasta nel cuore, tra una frittata di maccheroni cucinata in spiaggia e un pranzo tra gli alunni di una scuola ("per la prima volta davanti a una platea mi è venuto da piangere" appunta sulla sua pagina facebook).
Forse il vero "mal d'Africa", dopo quest'esperienza keniana, arriverà al ritorno, prima del prossimo possibile viaggio in Siria o in Uganda. Ma intanto in lui si sono fatte vive in maniera preponderante le radici, le sue origini.
"Girare per queste zone - dice con emozione - mi ha fatto tornare in mente i racconti di mia nonna, in Campania nel dopoguerra. Si dormiva per terra, si faceva fatica a trovare da mangiare ( … anche se qui trovo che si siano un po’ seduti, adagiati, se non hanno lavoro si rassegnano in fretta a non fare nulla…). Ormai in Italia siamo andati troppo avanti, abbiamo perso di vista i veri valori, tradito i sogni dei nostri avi. Qui si trova ancora quella dimensione in sintonia con il cuore, con lo spirito".


 

FOTO GALLERY
TAGS: Pietro ParisiCuoco WatamuMai più violenza infinitaMarina Restaurant Watamu

Ogni anno è una festa per i bambini di Watamu, ma dietro c'è il gran lavoro della Onlus italiana "Mai Più Violenza Infinita" e dell'organizzatrice Virginia Ceravolo che rende la vita migliore a tanti piccoli scolari della cittadina, con l'aiuto...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dalle "kibanda" di Watamu al magnifico scenario di Piazza Plebiscito a Napoli, per sfilare in un galà della moda accanto a stilisti affermati a livello mondiale come Rocco Barocco.
Questa la storia dei capi d'abbigliamento delle sartine di Watamu aiutate...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un sorriso in più per tanti bambini del villaggio nella zona del Blu Bay di Watamu e per gli alunni della Brilliant School, grazie all'associazione "Mai più Violenza Infinita", a Expoitaly e al Marina Restaurant che ha ospitato ieri una...

LEGGI TUTTO

Un'altra opera di solidarietà nel campo dell'istruzione e della sanità a Watamu da parte della Onlus italiana "Mai più violenza infinita".
L'associazione presieduta da Virginia Ciaravolo ha concluso il suo terzo progetto umanitario a Watamu, con la collaborazione di Expoitaly. LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Questa sera alle 20.30 al Marina Restaurant di Watamu, il viaggiatore, documentarista e scrittore Marco Novati presenta il suo diario di viaggio nell'Est Africa dal titolo "Africa Maisha Marefu" (lunga vita all'Africa), affiancato dall'artista Bice Ferraresi, che ne ha curato la...

Un nuovo, graziosissimo "chiringuito" si affaccia nell'accattivante scenario dei punti di ritrovo sulla spiaggia di Watamu.
Nella baia di Fortamu, di fronte all'isola dell'amore e a pochi metri da...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Avete mai provato la sensazione di sentirvi in pace con il mondo e con voi stessi?

Vi siete mai chiesti perché siete così felici di aprire gli occhi alla mattina e di chiuderli con il buio, anche in mancanza di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Tre incanti del Kenya: gli animali e la natura della savana, il piacere della corsa nella rift valley insieme ai connazionali dei grandi campioni del mondo e le bianche spiagge di Watamu per rilassarsi e godere del mare e del...

LEGGI TUTTO

La spiaggia di Jacaranda Bay, eletta recentemente dai nostri lettori la più bella della costa keniota, sembra piacere molto anche alle tartarughe marine.
Nei giorni scorsi il gruppo di volontari di Watamu Turtles della Local Ocean Trust, hanno scoperto sulla...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una riapertura a tempo record nel segno dell'eleganza e della classe, quella della Terrazza Mapango al Lily Palm Resort.
Dalle ceneri dell'incendio del 23 ottobre scorso non solo il resort e il noto locale in riva all'Oceano Indiano sono tornati...

LEGGI TUTTO

Dopo alcuni anni, Turisanda torna a scommettere sul Kenya e sceglie Watamu per portare i suoi clienti tramite le agenzie di viaggio, il suo sito internet e l'ingente portafoglio clienti guadagnato in tanti anni di Tour Operator.
Il Turisanda Club...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' un rituale che si ripete ormai da troppo tempo, ma non sono servite nemmeno le schermaglie elettorali a colpi di colpe per fermarlo.
Come quasi ogni mese (unico stop, per fortuna, durante il periodo delle feste) manca l'acqua nella...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dopo un agosto all'insegna dell'aumento della produzione, senza minimamente scalfire l'ottima qualità dei prodotti, Nonsologelato di Watamu chiude i battenti per qualche settimana per rinnovare i locali e concedere una meritata vacanza alla iperattiva artista dei dolci Anna.
Dall'inizio dell'anno...

LEGGI TUTTO

A poco meno di un mese dall'incendio che aveva ridotto in cenere il ristorante e parte della struttura (camere, servizi e Mapango esclusi), il Lily Palm Resort di Watamu è stato ricostruito e in tempo record e reso ancora più...

LEGGI TUTTO

Avete mai sentito parlare del toporagno elefante?
E' una delle specie animali che ancora sopravvivono nella foresta di Arabuko Sokoke, tra Gede e Mida, non distante da Watamu.
E' un luogo di visite turistiche ma mai abbastanza pubblicizzato, perché impervio...

LEGGI TUTTO

A Watamu è facile passare la sera di Ferragosto sulla riva dell'Oceano, cenando sotto le stelle con la brezza marina e il sussurrare delle palme.
Lunedì sera ecco almeno due buone occasioni per regalarsi il cenone in un'atmosfera speciale: al...

LEGGI TUTTO