Ultime Notizie

PRODOTTI DEL TERRITORIO

Carambola, il frutto keniota che salva la vita

Super antiossidante, si usa nelle terapie post-chemio

01-06-2020 di redazione

Lo Star Fruit, come viene chiamato nei paesi anglofoni come il Kenya, in Italia è poco conosciuto con il nome di Carambola, che deriva dalla sua pianta, l'Averrhoa Carambola. 
D'altronde il nome della pianta stessa, originaria della penisola malese e appartenente alla famiglia delle Oxalidacee, deriva dalla forma del frutto, che ricorda una stella. I frutti maturi sono ovali, di colore giallo chiaro, con cinque lobi appuntiti che si dispongono in verticale lungo la superficie.
Tagliando il frutto nel senso della larghezza, la forma di ogni fetta ricorda proprio una stella a cinque punte.
Dal Settecento, veniva importata in Europa per far bella mostra di sé nei banchetti dei nobili e dei Re, come decorazione.
Oggi invece si inizia ad apprezzare per le sue qualità incredibili. 
La carambola contiene un lunghissimo elenco di sostanze nutritive essenziali, antiossidanti e vitamine, ma allo stesso tempo è povera di zuccheri (100 grammi di polpa hanno solo 31 calorie).
La buccia cerosa fornisce una buona quantità di fibra alimentare. La fibra aiuta a prevenire l’assorbimento del colesterolo LDL. 
Il frutto ha proprietà digestive, è molto astringente se immaturo. Potete riconoscere la sua maturazione dal colore, un deciso giallo-arancio.
Lo Star Fruit ha trovato impiego nella medicina tradizionale per il trattamento di alcuni stati patologici, come cefalea, nausea, tosse, insonnia, ipertensione e diabete. 
Per quanto riguarda le proprietà terapeutiche la carambola è ricca di vitamina C che ha potere antiossidante e potenzia le difese immunitarie – potassio, che aiuta a riequilibrare la presenza di liquidi nell’organismo ed è un efficiente aiuto al sistema cardiovascolare – e fibre che regolarizzano l’intestino.
E’ possibile utilizzare il frutto anche verde, spremuto nelle pietanze come un limone o a fette nelle insalate. Il gusto della carambola è un misto di diversi frutti, come limone, ananas, prugna.
Dal succo si distallano anche prelibati liquori e la polpa può essere trasformata in canditi.

TAGS: kenya fruttastar fruitcarambola proprietakenya fruits

Sulle rive africane dell’Oceano Indiano da sempre abbinare il pesce alla frutta non è un azzardo, ma un piacevole contrasto.
D’altronde se la fauna ittica si abbina così bene al limone, perché non osare anche con frutto della passione, mango,...

LEGGI TUTTA LA RICETTA

Il chutney è una tipica salsa agrodolce inglese che viene fatta con la frutta o con i pomodori verdi. E' ottima come salsa per insaporire cibi di carne e di pesce....

 

LEGGI TUTTA LA RICETTA

Serate come quella di sabato scorso a Papa Remo Beach insegnano l'integrazione e che il turismo a cui bisogna ispirarsi oggi è un insieme di internazionalità, eventi aggregativi, divertimento senza barriere, età e differenze sociali.
Così è stato nel...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Una cena di San Valentino davvero speciale al Mapango Restaurant sulla spiaggia del Lily Palm Resort.
Per la serata dedicata...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il frutto della passione (passion fruit in inglese) viene chiamato anche Maracuja ed è il frutto della Passiflora Edulis, pianta tropicale rampicante che appartiene alla famiglia delle Passifloraceae.
Si potrebbe pensare che il suo nome evochi proprietà afrodisiache....

LEGGI TUTTO

Watamu ha stregato anche il grande regista Steve Spielberg, tanto che ha scelto Watamu per girare il suo prossimo film, un kolossal hollywoodiano che racconterà il sogno africano di un’ambientalista, tra mille avventure e disavventure.
La notizia è rimbalzata ieri sui...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Uno degli artisti pop keniani del momento sarà eccezionalmente in concerto sabato sera, 17 febbraio al Papa Remo Beach di Watamu.
Il rapper di Mombasa Otile Brown, ormai una star in tutto l'Est Africa, si esibirà nell'ambito...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"Fully booked" è la parola di questa fine d'anno, per quanto riguarda Watamu.
Significa "tutto esaurito" ed è quel che stanno registrando gli hotel e i resort della cittadina diventata il punto di riferimento costiero del Kenya.
Le strutture alberghiere...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il successo di Watamu in questa stagione (prima meta costiera per afflusso di turisti, miglior destinazione "leisure" del...

LEGGI L'ARTICOLO

Garoda Beach, Jacaranda Bay, Love Islands (Baia dell'Amore), Short Beach, Watamu Bay.
In ordine rigorosamente alfabetico, presentiamo la Top 5 delle spiagge di Watamu.
Starà ai nostri lettori, su facebook o scrivendo a info@watamukenya.net, decretare quale di questi angoli di...

LEGGI LA PRESENTAZIONE ALL'INTERNO E GUARDA LE IMMAGINI!

Il mango ( nome scientifico Mangifera indica ) è una pianta tropicale appartenente alla famiglia delle Anacardiaceae.
Originaria dell’India venne diffusa anche in Africa e in America latina grazie ai portoghesi....

LEGGI L'ARTICOLO

Un'antica leggenda swahili racconta che prima dell'arrivo dei portoghesi, gli indigeni della costa keniana non mangiassero l'avocado ma ne utilizzassero solamente l'olio, perché non lo consideravano né frutta né verdura.
Quando i portoghesi decisero che...

LEGGI TUTTO

Da qualche mese le dogane aeroportuali keniane di Nairobi e Mombasa sono dotate di nuovi ed ...

LEGGI L'ARTICOLO

Metti una splendida struttura che sembra una torre disegnata da Gaudì in mezzo alla foresta ancora vergine di Watamu, ad un centinaio di metri dall'oceano e dalla lunghissima bianca spiaggia tra Turtle Bay e Garoda. 
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il mio Mal d'Africa ha un nome, Watamu.
Conosco poco del Continente Nero, ho visitato il parco nazionale dello Tsavo e la riserva dell'Amboseli, ho visto le cascate Vittoria in Zambia e ho fatto volontariato per due settimane in Uganda.LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

Il Kenya è sempre più l'ambiente ideale del tamarindo, presente nella costa swahili da quando fu portato e piantato dall'India, mille anni fa.
Il Tamarindus Indica è un sempreverde maestoso, di lunga vita, appartenente alla famiglia delle leguminose.

LEGGI TUTTO