Ultime Notizie

TESTIMONIANZE

Watamu, meravigliosa luce d'Africa

Un safari infinito, poi l'approdo nel paradiso

19-06-2019 di Franco L.

L'Africa che avevamo sempre sognato era lì, davanti ai nostri occhi.
L'imponente sagoma del Kilimangiaro nello sfondo, con un aureola di nuvole e il cielo profondo e blu.
Il parco dell'Amboseli pieno di sorprese, una cucciolata di leoni e una schermaglia di bufali...nella verde savana che ti riporta indietro in un tempo che nemmeno tu puoi immaginare, fatto di silenzi e vento frusciante, di odori selvatici e bellezza intatta.
Siamo arrivati nella caotica Nairobi, attraversata e lasciata in tempo prima di poterla confondere con una delle tante metropoli da cui ormai siamo soliti scappare, o imprigionarci per il lavoro che ci da da vivere.
Da lì, con il bravo driver masai che l'agenzia di safari ci ha messo a disposizione, siamo approdati in poche ore nella magia della savana, due notti fantastiche al Serena Amboseli, per poi spostarci nello Tsavo Ovest (una notte al Kilaguni Lodge, camera con vista su un grande abbeveratoio pieno di storie fantastiche di animali e un buffet buonissimo che fa sempre piacere) poi l’abbuffata di elefanti, zebre e gazzelle nello Tsavo Est (altra notte nel non trascendentale Ashnil) e infine, con una decisione che alle prime io ho osteggiato ma sulla quale mia moglie è stata irremovibile, siamo arrivati a Watamu per un'altra settimana di vacanza.
Sarà che per me la vacanza era già finita, che negli occhi avevo paesaggi incantati, rossi tramonti e sogni realizzati, nelle orecchie il silenzio e sui vestiti la terra rossa di savana e la polvere di cui è fatto questo continente...Al massimo potevo desiderare un tuffo nell’oceano e svegliarmi ad un’ora meno improbabile delle 5.30 del mattino, ma Watamu ci ha letteralmente stregati.
Luce, luce fantastica dappertutto e non solo dal cielo e nell’aria: luce negli occhi della gente, nei bianchi denti che si aprono in sorrisi di benvenuto: “jambo” e “karibu” parole di accoglienza, parole già imparate e ripetute tante volte.
Luce dalla bianca spiaggia che ti abbaglia di piacere, al solo contatto dei piedi sul bagnasciuga e mare limpido, trasparente, azzurro a perdita d’occhio.
Alloggiamo al Medina Palms, non proprio un resort ed è forse meglio: pace, tranquillità, eleganza e pulizia ci fanno sentire come a casa, ma una casa da nababbi coccolati da ogni cosa: l’acqua del cocco fresco alla mattina, la colazione ricca di frutta tropicale buonissima e tanti piccoli accorgimenti. Ma questo potrebbe accadere in qualsiasi luogo di turismo nel mondo: quello che ci ha attratto, oltre a bagni in mare rilassanti al massimo, tra la spiaggia di Paparemo (con una spettacolare insalata d’aragosta) e quella della Jacaranda Bay con passeggiata sugli atolli di sabbia, è la sensazione di essere nel luogo dove nulla ti può davvero preoccupare, dove prendi in mano la tua vita e ne comprendi i valori, dove vorresti passare la parte migliore della tua vita e ti chiedi perché non ci hai pensato prima. Il cibo, anche quello locale dei ristorantini che ti costa meno di un caffè e un cornetto in centro a Roma, vestirsi con un pantaloncino e una t-shirt, inoltrarsi in un Africa povera ma dignitosa con migliaia di bambini festanti. Una settimana non è sicuramente abbastanza per capire certe cose, anche se ti hanno spiegato pro e contro di questa terra. Anche per questo la tentazione di cambiare il biglietto e raccontare una frottola ai propri cari e al lavoro era grande...ma per questa volta facciamo i bravi.
Perché lo sai che è tutto un sogno e che dovrai comunque tornare al lavoro, ai genitori anziani e le altre gabbie del quotidiano, piacevoli o meno. Ma ora sappiamo che Watamu è un sogno luminoso che puoi tornare a sognare e vivere un’altra volta.
E a due passi dal fantastico mondo della Natura e degli animali!

TAGS: watamu raccontiwatamu kenyaparadiso kenya

Questa sera alle 20.30 al Marina Restaurant di Watamu, il viaggiatore, documentarista e scrittore Marco Novati presenta il suo diario di viaggio nell'Est Africa dal titolo "Africa Maisha Marefu" (lunga vita all'Africa), affiancato dall'artista Bice Ferraresi, che ne ha curato la...

Una delle liete sorprese della Watamu più accogliente, quella in cui si fanno le cose per bene con respiro giovane ed internazionale, si chiama Mvuvi Lodge.
In kiswahili significa...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Garoda Beach, Jacaranda Bay, Love Islands (Baia dell'Amore), Short Beach, Watamu Bay.
In ordine rigorosamente alfabetico, presentiamo la Top 5 delle spiagge di Watamu.
Starà ai nostri lettori, su facebook o scrivendo a info@watamukenya.net, decretare quale di questi angoli di...

LEGGI LA PRESENTAZIONE ALL'INTERNO E GUARDA LE IMMAGINI!

Tre giorni di votazioni serrate, quasi cinquecento segnalazioni per scegliere la spiaggia Top di Watamu, tra le cinque che watamukenya.net ha incluso nelle sue nominations.
Le votazioni attraverso la nostra pagina facebook malindikenya.net, i gruppi dei social forum dove è stato...

CLICCA QUI PER LEGGERE LA CLASSIFICA PROVVISORIA

Il Kenya viene spesso definito giocando sugli opposti: “gioia e dolore”, “miseria e nobiltà”, “croce e delizia”, “inferno e paradiso”.
Il segreto della nostra splendida Watamu è che, pur non sottraendosi a questa ineluttabile regola dell’Africa, prende il meglio da...

LEGGI TUTTO IL RACCONTO

Watamu sarà protagonista di almeno cinque servizi di moda per la rivista “Diva e Donna”, edita dal gruppo Cairo Editore.
Servizi che verranno pubblicati entro...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dalle cucine dei migliori ristoranti del mondo e dalla Rai a preparare ghiottonerie per i bambini di Watamu.
Il "cuoco contadino" Pietro Parisi, volto di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LA GALLERY

Non immaginavamo di ricevere così tanti messaggi, mail, post sulle varie pagine e gruppi di Facebook che parlano di ...

LEGGI L'ARTICOLO

E' ufficiale. 
La notizia che circolava da giorni a Nairobi, nei corridoi del Ministero del Turismo, non era una bufala.
Il ...

LEGGI L'ARTICOLO

C'era una volta... 
E pensare che di tempo ne è passato. 
Beh che dire, eppure per come è andata questa storia, io l'avrei immaginata esattamente così. 
Chi l'avrebbe mai detto che proprio l'energia di questa terra, pura ed incontaminata, l'energia buona, quella che riempie...

LEGGI TUTTA LA STORIA

Virgola è uno dei più noti ed importanti marchi italiani nell'ambito dell'hairdress e il suo storico fondatore e titolare Rinaldo Rampon è un innamorato del Kenya.
Da anni frequenta Watamu e le sue spiagge, ma non solo.
Dal suo "mal d'Africa"...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Watamu meta di vacanze e di...repeaters. Ecco altri cinque motivi per cui gli italiani tornano nel paradiso marino del ...

LEGGI L'ARTICOLO

Riparte ufficialmente la stagione della costa del Kenya e con essa la vita vacanziera della cittadina turistica più acclamata dello scorso anno.
Watamu è pronta a fare il pieno anche quest'anno, grazie al suo mix di tutto quello che si...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Le mangrovie di Watamu sono un paradiso naturale che attira ogni anno migliaia di turisti, ambientalisti e viaggiatori amanti della natura e delle meraviglie acquatiche. Costituiscono un paesaggio naturale unico e fantastico, con un suo microclima ed un ecosistema che...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

I giovani l'hanno scelta come meta prediletta per il Kite Surf. Il vento è cambiato da una settimana, il kaskazi estivo nel primo mese soffia forte e permette nella lunga striscia di oceano protetta dalla barriera corallina, dalla Hemingway Bay...

LEGGI TUTTO

Watamu a Pasqua è stata il set di un matrimonio indiano da mille e una notte.
La spiaggia dell'amore, il 7 Island Resort e Paparemo beach, le location scelte da due giovani rampolli dell'alta società indiana di Nairobi, Sonya e...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO