Mal d'Africa

MAL D'AFRICA

Scegliere il Kenya, contro tutte le paure e i pregiudizi

Come una vacanza consapevole può cambiarti la vita

22-09-2018 di Paoletta

Le cose più spiacevoli sono accadute prima del mio viaggio in Kenya, programmato dodici mesi prima.
"Ma come fai ad andare in un Paese pieno di neri, con tutto quello che combinano qui" è stata sicuramente la frase più odiosa che ho dovuto ascoltare, perdipiù da un parente.
Come se gli africani fossero tutti clandestini che arrivano con i barconi e non vedono l'ora di sbarcare il lunario a nostre spese.
Ma c'è stato anche chi mi ha linkato articoli che parlavano dell'ebola (in Congo!) e del terrorismo di Al Shabaab.
Per fortuna qualcuno mi ha anche magnificato la savana, il Maasai Mara dove avevo prenotato due giorni in un lodge e la spiaggia di Diani.
Con questo  misto di sensazioni positive e spiacevoli, sono partita con il mio compagno divorata dalla curiosità di conoscere un Paese nuovo, di entrarci dentro con tutta me stessa ed eventualmente dopo fare i miei paragoni e le mie osservazioni.
L'arrivo a Nairobi, l'incontro con Jackson, il simpatico e professionale driver che ci ha portato nella riserva dei maasai e dopo 13 ore dalla partenza eravamo già proiettati su un altro pianeta, dove fortunatamente politica, proclami, astio e paure non esistono o se esistono fanno parte di qualcosa di naturale e non sono state inventate ad uso e consumo di chi ne fa un uso strumentale.
Nelle manyatta (le loro povere capanne) i maasai proseguono il loro cammino lento verso la civiltà, senza perdere le proprie tradizioni.
Penso a come sarebbe stato se anche noi, pur evolvendoci, avessimo mantenuto l'orgoglio, la fierezza e la passione per la nostra cultura e le nostre tradizioni. I loro canti della sera intorno al fuoco, le danze saltanti e i riti, certo amplificati per i turisti come noi, ci hanno scaldato e ci hanno riportato ad una dimensione umana che molto spesso in Italia abbiamo dimenticato.
Due giorni immersi nella meraviglia, e non voglio parlare dell'incontro con la fauna selvaggia.
Il resto della vacanza è proseguita a Diani, un un magico resort (il Nomad) in riva all'oceano, con un mare mozzafiato e l'ospitalità di gente sorridente e semplice. Particolare non irrilevante, abbiamo mangiato alla grande! Tra pesce cucinato in maniera impeccabile, crostacei e frutta buonissima.
In mezzo a "tutti quei neri" abbiamo vissuto, posso dirlo, la vacanza più bella della nostra vita.
E credetemi, sono una che viaggia e ha viaggiato molto.
Ma la possibilità di visitare un Paese così vario, ospitale, avvolgente...non l'ho mai avuta da nessuna parte.
E il prossimo anno...Lago Turkana!
 

TAGS: vacanza kenyamal d'africaimpressioni kenyakenya recensioni

Questa sera alle 20.30 al Marina Restaurant di Watamu, il viaggiatore, documentarista e scrittore Marco Novati presenta il suo diario di viaggio nell'Est Africa dal titolo "Africa Maisha Marefu" (lunga vita all'Africa), affiancato dall'artista Bice Ferraresi, che ne ha curato la...

Ci sono almeno due modi di fare il lavoro di agente di viaggio: uno è quello, serio e professionale intendiamoci, di indicare a secondo delle richieste la meta di una vacanza, mostrando brochure e cercando strutture, offerte speciali, rapporti qualità-prezzo....

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La satira, la poesia e gli aneddoti sugli italiani in Kenya tornano a Watamu per un'altra divertente serata.
Freddie del Curatolo e Marco "Sbringo" Bigi saranno domenica 4 febbraio al Mapango...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una voce incantevole, perfetta. Di quelle che è un sublime piacere ascoltare appoggiarsi sulle note jazz dei grandi standard internazionali.
La cantante napoletana Simona De Rosa, che da...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Freddie è tornato a Watamu ed è stato subito pienone al Come Back Club.
"Freddie Comes Back" era il titolo dello spettacolo che ha fatto ridere e pensare il pubblico del ristorante-discoteca di Watamu, con le parodie "kenianizzate" di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Virgola è uno dei più noti ed importanti marchi italiani nell'ambito dell'hairdress e il suo storico fondatore e titolare Rinaldo Rampon è un innamorato del Kenya.
Da anni frequenta Watamu e le sue spiagge, ma non solo.
Dal suo "mal d'Africa"...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il mio Mal d'Africa ha un nome, Watamu.
Conosco poco del Continente Nero, ho visitato il parco nazionale dello Tsavo e la riserva dell'Amboseli, ho visto le cascate Vittoria in Zambia e ho fatto volontariato per due settimane in Uganda.LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

Aveva quasi 35 anni, il grande scrittore americano Ernest Hemingway, quando vide per la prima volta il Kenya.
Lui, grande viveur e appassionato di emozioni forti, cacciatore di donne e di animali, si era da poco tempo appassionato di pesca...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Kenya è stato inserito nei cinque Paesi da visitare nel 2017 per una vacanza "eco-consapevole" da due dei più importanti operatori americani del settore.
G-Adventure e Intrepid Travel hanno citato il Kenya come uno dei Paesi più interessanti e in crescita...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Chi frequenta Watamu, ci vive o trascorre qui le vacanze, ormai non fa più caso che uno dei sorrisi più piacevoli da incontrare nella comunità italiana e che come se non bastasse propone prodotti enogastronomici della nostra Penisola, sia inglese.LEGGI TUTTA LA STORIA

Premetto: non sono una fanatica del mare e delle vacanze al caldo.
Non impazzisco nemmeno per i villaggi turistici e le vacanze organizzate.
La cosa che mi ha portato in Africa, in Kenya è stata il bisogno di relax.
Stressata...

LEGGI TUTTO IL RACCONTO

Nairobi, savana e infine Malindi e Watamu.
La soubrette e modella Nina Moric è rimasta stregata dal Kenya e in particolare da Watamu.
Proprio ieri ha...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Watamu ha lasciato un segno del cuore dei keniani di Nairobi in vacanza, durante queste feste natalizie e di Capodanno.
Lo dimostra innanzitutto...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

I giovani l'hanno scelta come meta prediletta per il Kite Surf. Il vento è cambiato da una settimana, il kaskazi estivo nel primo mese soffia forte e permette nella lunga striscia di oceano protetta dalla barriera corallina, dalla Hemingway Bay...

LEGGI TUTTO

Dalle cucine dei migliori ristoranti del mondo e dalla Rai a preparare ghiottonerie per i bambini di Watamu.
Il "cuoco contadino" Pietro Parisi, volto di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LA GALLERY

“Intrecciare il rapporto personale con quello professionale non è facile, ma in un luogo d’incanto come Watamu tutto diventa più agevole”.
Questo è il pensiero comune di Federico e Viola, compagni nella vita e anima del  “Kobe Suite Resort”.
 

LEGGI TUTTA LA STORIA