I parchi

PARCHI DEL KENYA

L'avventura nel parco vulcanico del Monte Longonot

A 90 km da Nairobi, uno scenario aspro e selvaggio, ma ricco di emozioni

11-01-2018 di redazione

Il Parco Nazionale del Monte Longonot ed il suo ecosistema si trovano a circa 90 km da Nairobi. 
La riserva si estende su circa cinquanta chilometri quadrati, di cui la maggior parte è occupata dalla montagna stessa, che di fatto è un vulcano piuttosto giovane che sale fino a 2776 metri sul livello del mare. 
Il Monte Longonot è un vulcano stratificato,  creatosi durante la formazione della Great Rift Valley, e si trova a sud-est del lago Naivasha in Kenya. 
Si pensa che l’ultima sua eruzione si sia registrata nel 1860. 
Il suo nome deriva dalla parola Maasai “oloonong' ot”, che significa "montagna dalle molte vette" oppure "creste ripide". Questo perché i fianchi della montagna hanno bellissime valli a V e fantastici crinali.
I suoli pietrosi hanno poca vegetazione ma il cratere ha una foresta praticamente impenetrabile. 
Il Longonot contiene una grande caldera di 8 x 12 km formata da vaste eruzioni di lava trachitica circa 21.000 anni fa. L' attuale cono principale si è sviluppato all' interno della caldera precedente. 
Il cono stesso è coperto da un cratere di 1,8 km. 
Sui fianchi e all' interno del pavimento della caldera si sono formati coni satelliti ed eruzioni laviche effusive. L' attività geodetica periodica registrata a Longonot nel 2004-2006 ha dimostrato la presenza di sistemi magmatici attivi sotto questo vulcano. 
Il Monte Longonot offre un'ampia gamma di attrazioni per i visitatori che amano le vacanze all' insegna dell' attività fisica, tra cui escursioni a piedi, arrampicata, mountain bike, “bird watching” e game drive.  
Si può raggiungere da Nairobi in circa un’ora con una strada asfaltata che è stata recentemente rifatta dall’Unione Europea ed arriva all’omonima cittadina di Longonot.
La montagna regala uno spettacolo aspramente panoramico soprattutto per coloro che intraprendono la salita fino al bordo o alla vetta, e che possono godere della vista mozzafiato per chilometri intorno. 
Dall' ingresso del parco si sale fino al cratere attraverso la “porta dell’Inferno” e da lì si prosegue lungo un anello che circonda il cratere. 
L'intero tour è lungo solo circa 8-9 km, ma molto ripido, e fa sì che il giro del parco - Longonot Peak - prenda circa 3-4 ore di escursione. Il “gate” è a circa 2150 metri e la vetta a 2780, ma seguendo il circolo frastagliato si supera notevolmente la differenza verticale di 630 m. 
I fianchi della montagna hanno profonde gole che rendono il trekking ancora più scenografico e impegnativo! Si può imbattersi in bufali e babbuini allo stato brado, per non parlare di altri animali selvatici, quindi si consiglia di portare con sé un guardiano KWS a un costo minimo e previo accordo. 
I ranger del Kenyan Wildlife Service sono disponibili come guide. 
Gli alloggi all'interno di questo parco è limitato: Hell's Gate ha tre campeggi, Longonot non ha alloggi all' interno del parco; tuttavia, la favolosa gamma di alberghi nelle vicinanze, lodge, ranch di lusso e alloggi domestici intorno al lago Naivasha forniscono un' ampia sistemazione per tutti i budget.
 

TAGS: monte longonotriserve kenyaparchi kenyasafari in kenya

Il Kenya è stato inserito nei cinque Paesi da visitare nel 2017 per una vacanza "eco-consapevole" da due dei più importanti operatori americani del settore.
G-Adventure e Intrepid Travel hanno citato il Kenya come uno dei Paesi più interessanti e in crescita...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Watamu torna ad essere una delle destinazioni appetite, intriganti e futuribili per grandi e piccoli gruppi alberghieri di tutto il mondo.
E' il caso di grandi catene americane che già nel recente passato hanno svolto accurati sondaggi per acquisire strutture...

LEGGI TUTTO

Si chiama "Camping Safari". 
E' la nuova frontiera delle escursioni esclusive, per chi ama davvero la Natura selvaggia africana e vuole vivere a diretto contatto con l'habitat di fauna e flora, senza rinunciare a sicurezza e comfort.
Sempre più turisti...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il safari è un'emozione unica, imperdibile per chi frequenta il Kenya.
Non solo per chi si approccia per la prima volta a questa terra meravigliosa e cova il sogno di assistere alla bellezza della natura selvaggia e alla vita di...

C'era anche un po' di Kenya alla fiera del turismo internazionale di Rimini, il TTG dove quest'anno né il Kenya Tourist Board, né altre associazioni turistiche del Kenya hanno partecipato.
La presenza di Lily Palm Resort e della agenzia di...

LEGGI TUTTO

La vendita di Watamu per la prossima stagione e in generale come luogo di villeggiatura, seconda casa e anche possibile paradiso dove cominciare una nuova vita, si trasferisce in Italia. Nel Vecchio Continente riprendono le trattative per l'acquisto di case,...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Aveva quasi 35 anni, il grande scrittore americano Ernest Hemingway, quando vide per la prima volta il Kenya.
Lui, grande viveur e appassionato di emozioni forti, cacciatore di donne e di animali, si era da poco tempo appassionato di pesca...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Kenya è la seconda meta mondiale consigliata ai single, secondo il portale speedvacanze.it.
La statistica che mette sul podio il Kenya e la sua più bella meta marina, stila una classifica in base alle preferenze dei lettori ma anche...

LEGGI TUTTO

Da qualche giorno, il Buffalo Camp, lodge appena fuori dal Parco Nazionale dello Tsavo Est, ha un nuovo proprietario.
L'Osteria Group di Maurizio Corti si è aggiudicato l'asta che assegnava la concessione del Governo per gestire e organizzare il campo...

LEGGI TUTTO

Tre incanti del Kenya: gli animali e la natura della savana, il piacere della corsa nella rift valley insieme ai connazionali dei grandi campioni del mondo e le bianche spiagge di Watamu per rilassarsi e godere del mare e del...

LEGGI TUTTO

Una Watamu sempre più Vip, in cui la bella stagione non finisce mai. 
Ormai la località turistica del Kenya ha preso il posto di Malindi e di tante altre mete un tempo definite "esclusive".
I tempi sono cambiati e oggi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Watamu e il suo indotto turistico escono rafforzati dalla recente fiera del settore a Nairobi.
Il "Magical Kenya Travel Expo" ha visto centinaia di operatori turistici e "buyer" di tutto il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

A Watamu il turismo è ormai un fenomeno a sé da ogni possibile vicissitudine del Kenya.
Questo è un dato di fatto ormai assodato e la buona notizia è che

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L'Africa nel destino fin da bimbo.
Il Kenya vissuto come un incanto, un giardino d'esperienze, una promessa.
Per Matteo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ci sono almeno due modi di fare il lavoro di agente di viaggio: uno è quello, serio e professionale intendiamoci, di indicare a secondo delle richieste la meta di una vacanza, mostrando brochure e cercando strutture, offerte speciali, rapporti qualità-prezzo....

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La passione per il Kenya, l'incanto di Watamu e l'incontro con la gente del posto possono fare piccoli miracoli.
Come ad esempio aiutare a far nascere dal nulla una scuola, dove le possibilità di avere un'educazione decente sono minime.
 

LEGGI LA STORIA E GUARDA LA FOTOGALLERY