Ultime Notizie

LUOGHI

Gli incredibili crateri del Monte Suswa, nel cuore della terra Maasai

Per gli appassionati di trekking e di esplorazione, un'esperienza unica al mondo

29-04-2020 di redazione

La vera montagna del popolo Maasai è il Monte Suswa, un ex vulcano con crateri e grotte incredibili.
Situato nel cuore della loro terra, il Suswa è sicuramente il meno conosciuto ma probabilmente il più interessante dei tre famosi vulcani della Great Rift  Valley ,gli altri due sono il Longonot e il Menengai, non molto lontani, verso la città di Nakuru.
La montagna ha un doppio cratere, entrambi con il loro interno simile a un fossato che circonda un blocco inclinato di roccia. Il Suswa è noto anche per le sue grotte di lava sul lato nord-est del cratere esterno. Il sistema di canali comunicanti naturali è il più complesso e vario del mondo, uno spettacolo unico per esploratori ed appassionati.
È possibile risalire l' estremità inferiore della montagna fino al cratere esterno con un veicolo a quattro ruote motrici, ma ci sono alcuni sbarramenti durante il tratturo, dove la comunità Masaai chiede solitamente il pagamento di una tariffa non ufficiale, per poter procedere. 
Si possono prendere accordi per pagare una quota fissa e disporre di una guida esperta. 
I crateri interno ospitano anche diverse specie di serpenti.  Altri animali selvatici trovabili nella zona del Monte Suswa sono zebre, giraffe, manguste, tartarughe, iene e leopardi.
Per gli appassionati, è anche possibile scalare la montagna, la cui vetta misura 2.356 metri. 
Non ci sono sentieri specifici, ma si consiglia di accedere alla montagna da nord e nord-est. 
La scuola elementare dell’omonimo villaggio, situata alle pendici del massiccio, è un punto di partenza pratico.  Inoltre, ci sono molte fattorie Maasai ai piedi del Suswa, si consiglia di presentarsi al capovillaggio per avvertire che si ha intenzione di passare di lì. 
Ad eccezione del cosiddetto “Sentiero di Rauch”, non ci sono percorsi diretti verso la cima. 
Tuttavia, i Masaai pascolano il bestiame sulle praterie d’altopiano, creando percorsi stagionali. 
La vetta è raggiungibile a piedi percorrendo il sentiero, che inizia a circa un chilometro e mezzo dalla vetta, da nord-est. 
Il Rauch's Trail è contrassegnato da un cartello in legno che domina il cratere. 
La cima del vulcano interno, Ol Doinyo Nyokie (la montagna rossa), offre una vista mozzafiato, in particolare del cratere interno, che è coperto da foresta tropicale incontaminata, con sorgenti e getti di vapore da fonti sotterranee molto profonde.
Per chi ha il fisico, la passione e l’esperienza, un’escursione indimenticabile non solo in Kenya, ma a livello globale.

TAGS: monte suswatrekking kenyaescursioni kenyavulcani kenya

Il Parco Nazionale del Monte Longonot ed il suo ecosistema si trovano a circa 90 km da Nairobi. 
La riserva si estende su circa cinquanta chilometri quadrati, di cui la maggior parte è occupata dalla montagna stessa, che di fatto...

LEGGI TUTTO

I giovani l'hanno scelta come meta prediletta per il Kite Surf. Il vento è cambiato da una settimana, il kaskazi estivo nel primo mese soffia forte e permette nella lunga striscia di oceano protetta dalla barriera corallina, dalla Hemingway Bay...

LEGGI TUTTO

I kikuyu la chiamano “Kilimambogo”, la montagna del Bufalo. Per i maasai è semplicemente “La grande collina”.
Ol Donyo Sabuk, a meno di un’ora di macchina da Nairobi, poco lontano dalla cittadina di Thika, è una piccola riserva di rocce...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya è una delle destinazioni più varie e straordinariamente ricche di occasioni uniche, emozioni per tutti ed attrazioni per ogni tipo di appassionato o esperto di avventura. Se per molti il Paese africano è soprattutto sinonimo di Natura selvaggia,...

LEGGI L'ARTICOLO

Pochi conoscono il lago Chala.
Situato per metà in Kenya e per l'altra metà in Tanzania, sotto il Kilimanjaro, tra la cittadina di Taveta e quella di Loitokitok, il Chala è un cratere di quattro chilometri quadrati di diametro circondato dal...

LEGGI TUTTO

Migliaia di appassionati si sono dati appuntamento in questi giorni a Watamu per uno spettacolo unico, per certi versi comparabile alle grandi migrazioni in savana. Sicuramente per i patiti di mare la grande migrazione delle balene dal Madagascar all'India è...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una ricerca condotta dalla BMI Pubblication, agenzia che si occupa di svariate testate, magazine e siti online di viaggi e turismo, ha condotto una ricerca sul nuovo marketing per la costa keniota e ne ha condiviso recentemente a Diani i...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Si chiama "Camping Safari". 
E' la nuova frontiera delle escursioni esclusive, per chi ama davvero la Natura selvaggia africana e vuole vivere a diretto contatto con l'habitat di fauna e flora, senza rinunciare a sicurezza e comfort.
Sempre più turisti...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Riparte ufficialmente la stagione della costa del Kenya e con essa la vita vacanziera della cittadina turistica più acclamata dello scorso anno.
Watamu è pronta a fare il pieno anche quest'anno, grazie al suo mix di tutto quello che si...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

A Watamu il turismo è ormai un fenomeno a sé da ogni possibile vicissitudine del Kenya.
Questo è un dato di fatto ormai assodato e la buona notizia è che

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Se volete ammirare la rara antilope acquatica Sitatunga, c’è solo un parco in Kenya dove potete andare, ed è il più piccolo di tutto il Paese.
Si tratta del Parco Nazionale di Saiwa, vicino a Kitale, nella parte settentrionale della...

LEGGI L'ARTICOLO

Watamu può sembrare a prima vista uno dei tanti villaggi della costa africana, costituito semplicemente da un...

LEGGI L'ARTICOLO

Anche l'Oceano Indiano ha i suoi "Big 5". Non è solo la savana del Kenya a...

LEGGI TUTTO

Metti una splendida struttura che sembra una torre disegnata da Gaudì in mezzo alla foresta ancora vergine di Watamu, ad un centinaio di metri dall'oceano e dalla lunghissima bianca spiaggia tra Turtle Bay e Garoda. 
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ci sono diversi modi di viaggiare sulla costa del Kenya: c’è la vacanza “tutto compreso” in un villaggio turistico o ...

LEGGI L'ARTICOLO

Aveva quasi 35 anni, il grande scrittore americano Ernest Hemingway, quando vide per la prima volta il Kenya.
Lui, grande viveur e appassionato di emozioni forti, cacciatore di donne e di animali, si era da poco tempo appassionato di pesca...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO