Ultime Notizie

NATURA

Nel cuore verde del Kenya, le Cherangani Hills

Foreste vergini ed ecosistema da proteggere

27-08-2021 di redazione

Il cuore verde dell’Africa, dove ogni anfratto è metafora dell’eternità selvaggia e favolosa del continente: sorgenti, foresta, improvvisi dirupi e scarpate, dolci colline ricoperte di fiori e piante, rocce dalle forme sorprendenti, fiumi d’acqua cristallina, panorami mozzafiato, animali in libertà e genti che si muovono da sempre convivendo con la natura ed ottenendo il massimo dalla loro semplice, nuda esistenza.
Così si potrebbero definire le Cherangani Hills, catena montuosa e collinare nel mezzo della Rift Valley, nel Kenya occidentale, definite da molti esperti uno dei paradisi naturali dell’Est Africa dove si trovano ancora decine di piante indigene rare e si muove sicuro il cercopiteco di De Brazza, una delle specie protette e in via d’estinzione, detta anche “scimmia delle paludi” o “dalla barba bianca”.
La particolarità di questo ecosistema è di essere uno di pochi di origine non vulcanica nel Paese. L’estensione della zona è di circa 1800 chilometri quadrati e le cime più alte raggiungono i 3.580 metri. L’altezza media della zona, che sorge sul più famoso altopiano d’Africa, è di 2.700 metri, ma scarpate e strapiombi possono scendere fino a 600 metri, lungo il corso del fiume Marun e nelle foreste di Kaibibich o dall’altro versante, nella valle del fiume Nzoia.
E’ una zona ancora in parte inesplorata, ma negli ultimi anni sono attivi percorsi per escursioni che attraversano pendii non difficoltosi e vallate più aperte, dove la popolazione locale, i Pokot, hanno anche sviluppato terreni agricoli ed attività commerciali.
Il modo più semplice e sicuro di fare trekking nelle Cherangani Hills è partire dalla sede del Kenya Wildlife Service, a cui si può accedere con un fuoristrada. Da lì attraverso un’escursione di mezza giornata, si può arrivare alla cima Nakugen, a 3530 metri d’altezza, con uno scenario tra i più incredibili mai visti. C’è anche la possibilità, entrando in contatto con le comunità locali, di effettuare una visita di carattere antropologico, per gli appassionati di cultura dell’uomo e delle sue abitudini ancestrali, incontrando la tribù isolata di cacciatori dei Sengwer, che vivono nella foresta cibandosi solo di quello che trovano in Natura e che difficilmente si mescolano con le altre popolazioni.
Le Cherangani Hills sono sotto tutela del programma ambientale delle Nazioni Unite come uno dei cinque più importanti bacini idrografici del Kenya. La deforestazione della Rift Valley, che ha colpito in maniera significativa la vicina foresta di Mau e le pendici del monte vulcanico Elgon, per adesso ha toccato in maniera minore (anche se già preoccupante, circa 200 ettari) i boschi della catena montuosa. Proteggendo le tredici riserve forestali, si tutela non solo la vita di animali e piante indigene molto rari ma l’intero ecosistema in grado di garantire condizioni climatiche fondamentali per favorire ogni attività umana che possa trarre beneficio dalla Natura.
Ma, come direbbe qualcuno, “che ve lo dico affà...”.

TAGS: parchi kenyacherangany hillsescursioni kenya

Aveva quasi 35 anni, il grande scrittore americano Ernest Hemingway, quando vide per la prima volta il Kenya.
Lui, grande viveur e appassionato di emozioni forti, cacciatore di donne e di animali, si era da poco tempo appassionato di pesca...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Anche l'Oceano Indiano ha i suoi "Big 5". Non è solo la savana del Kenya a...

LEGGI TUTTO

ll Parco Nazionale di Ruma si trova nel Kenya occidentale, vicino alle rive del Lago Vittoria in una delle regioni più produttive e popolose del Kenya, ed è uno dei parchi più affascinanti ma meno conosciuti del Paese.

LEGGI TUTTO

La Galana Conservancy è uno dei veri tesori della natura della Contea di Kilifi e del Kenya.
Questo paradiso faunistico di 60.000 acri si trova al confine orientale del Parco Nazionale dello Tsavo East, sulle rive settentrionali del fiume Galana, dista...

LEGGI TUTTO

Il Kenya è stato inserito nei cinque Paesi da visitare nel 2017 per una vacanza "eco-consapevole" da due dei più importanti operatori americani del settore.
G-Adventure e Intrepid Travel hanno citato il Kenya come uno dei Paesi più interessanti e in crescita...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La foresta di Kakamega è l'ultimo angolo in Kenya della grande foresta pluviale tropicale che si estendeva in tutta l'Africa centrale.
Situata nel Kenya nord occidentale, a 35 km dal lago Vittoria, la foresta di Kakamega si estende lungo un...

LEGGI TUTTO

Migliaia di appassionati si sono dati appuntamento in questi giorni a Watamu per uno spettacolo unico, per certi versi comparabile alle grandi migrazioni in savana. Sicuramente per i patiti di mare la grande migrazione delle balene dal Madagascar all'India è...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"La mia lotta per salvare i tesori naturali africani". 
Questo l'eloquente sottotitolo di un'autobiografia scritta a quattro mani con la giornalista Virginia Morell.
La vita del fondatore del Kenya Wildlife Service e del più strenuo difensore degli animali selvatici del...

LEGGI TUTTO

Una ricerca condotta dalla BMI Pubblication, agenzia che si occupa di svariate testate, magazine e siti online di viaggi e turismo, ha condotto una ricerca sul nuovo marketing per la costa keniota e ne ha condiviso recentemente a Diani i...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Si chiama "Camping Safari". 
E' la nuova frontiera delle escursioni esclusive, per chi ama davvero la Natura selvaggia africana e vuole vivere a diretto contatto con l'habitat di fauna e flora, senza rinunciare a sicurezza e comfort.
Sempre più turisti...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Watamu torna ad essere una delle destinazioni appetite, intriganti e futuribili per grandi e piccoli gruppi alberghieri di tutto il mondo.
E' il caso di grandi catene americane che già nel recente passato hanno svolto accurati sondaggi per acquisire strutture...

LEGGI TUTTO

Uno dei simboli della costa keniana è senza dubbio il dhow, la tipica imbarcazione swahili.
Un tempo solo a vela, oggi anche col supporto del motore, il dhow da classico mezzo di lavoro per pescatori con l’avvento del turismo...

LEGGI TUTTO

Riparte ufficialmente la stagione della costa del Kenya e con essa la vita vacanziera della cittadina turistica più acclamata dello scorso anno.
Watamu è pronta a fare il pieno anche quest'anno, grazie al suo mix di tutto quello che si...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

I giovani l'hanno scelta come meta prediletta per il Kite Surf. Il vento è cambiato da una settimana, il kaskazi estivo nel primo mese soffia forte e permette nella lunga striscia di oceano protetta dalla barriera corallina, dalla Hemingway Bay...

LEGGI TUTTO

Il “7 island Festival” di Watamu, giunto alla sua terza edizione, si trasforma volutamente in una “Boutique Event Initiative” che, con la chiave indispensabile del divertimento e della fantastica location che è quella della spiaggia di Paparemo Beach...

LEGGI TUTTO

Una voce per ogni lettera dell'alfabeto non basta di certo per contenere tutte le meraviglie e le particolarità di un Paese unico e vario come il Kenya.
Culla dell'umanità, luogo che più di ogni altro impersonifica...

LEGGI TUTTO