Ultime Notizie

NEWS

Brucia l'ala femminile del God Our Father di Timboni

Ora serve l'aiuto di tutti per ricostruire l'orfanotrofio vicino a Watamu

01-03-2016 di redazione

Un incendio ha semidistrutto ieri il God Our Father Center For Needy Children, una delle più importanti organizzazioni di accoglienza di bambini della zona di Watamu, a Timboni, sostenuta anche da molti italiani.
Per fortuna non si segnalano danni ai bambini o allo staff, ma i danni alle cose sono ingenti.
L'incendio sembrerebbe essersi sviluppato a causa di un corto circuito esterno ed aver ridotto in cenere buona parte dell'ala femminile della struttura, cinquanta posti letto su 135. L'incendio si è propagato in maniera velocissima a causa dei materassi, peraltro nuovissimi (appena forniti dall'associazione Time4LIfe).
Nell'incendio sono bruciati, oltre ai letti, anche tutti i vestiti delle ragazzine, che hanno perso le già poche cose che possedevano. "Ora abbiamo bisogno davvero di tutto - spiega la referente sul posto Monica Massafra - anche lo store è bruciato e per molte piccole ospiti il God Our Father è casa. Più delle fiamme ho ancora nelle orecchie le loro urla disperate". Grande la risposta della comunità di Watamu, moltissimi residenti sono accorsi e sono già all'opera per raccogliere generi di prima necessita. Anche chi non è in Kenya può aiutare: tramite il conto corrente della GOF (conto in scellini 1103252410 Swift Code KCBLKENX - Conto in Euro 1110757092) oppure affidandosi all'associazione No Profit Time4Life che è già in viaggio per garantire assistenza e convogliare gli aiuti. (http://www.time4life.it/donazioni-libere) o anche alla Onlus Mama Afrika, http://www.mama-afrika.it/.

 

TAGS: God Our Father TimboniOrfanotrofio Kenya

Una lodevole iniziativa musicale degli amici italiani del God Our Father Center for Needy Children di Timboni, insieme al musicista napoletano Ugo Gangheri, autore delle colonne sonore di tanti spettacoli del comico Giobbe Covatta, da sempre legatissimo al Kenya.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La generosità degli italiani nei confronti dei propri connazionali vittime del recente terremoto nel Centro Italia, arriva anche a Watamu.
L'associazione "Punto Lab" in pochi giorni aveva raccolto, oltre a beni di prima necessità, anche tanti vestiti, giochi ed altro...

LEGGI TUTTO

Un'altra opera di solidarietà nel campo dell'istruzione e della sanità a Watamu da parte della Onlus italiana "Mai più violenza infinita".
L'associazione presieduta da Virginia Ciaravolo ha concluso il suo terzo progetto umanitario a Watamu, con la collaborazione di Expoitaly. LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Proseguiamo la nostra visita alle realtà solidali italiane nella zona di Watamu, con un piccolo ma significativo progetto andato a segno a Timboni.
Si tratta della nursery costruita dall'associazione "My name is help" di Bergamo.
La S.P.& K. nursery school...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Da voci che arrivano dagli ambienti commerciali di Nairobi, la compagnia di supermercati di grande distribuzione nazionale "Tuskys" vorrebbe aprire un terzo supermercato nella Kilifi County, dopo quelli di Kilifi e di Mtwapa.
La decisione sembra caduta su Watamu e...

LEGGI TUTTO

Migliorano le infrastrutture a Watamu.
E' un processo lento ma che da i suoi frutti, com'è stato precedentemente per l'illuminazione di tutta l'arteria principale e come sarà per il collegamento della strada costiera con Malindi, via Mayungu.
Ora è in...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Decine di residenti, locali inglesi e anche qualche italiano, hanno popolato sabato scorso la spiaggia di Watamu, ma questa volta non per prendere il sole, fare il bagno o per qualche competizione sportiva.
L'occasione era la Giornata Internazionale della Pulizia...

LEGGI TUTTO

Avete mai sentito parlare del toporagno elefante?
E' una delle specie animali che ancora sopravvivono nella foresta di Arabuko Sokoke, tra Gede e Mida, non distante da Watamu.
E' un luogo di visite turistiche ma mai abbastanza pubblicizzato, perché impervio...

LEGGI TUTTO

Il mio Mal d'Africa ha un nome, Watamu.
Conosco poco del Continente Nero, ho visitato il parco nazionale dello Tsavo e la riserva dell'Amboseli, ho visto le cascate Vittoria in Zambia e ho fatto volontariato per due settimane in Uganda.LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO