Ultime Notizie

TURISMO

Dhow, la tradizionale barca swahili affascina anche il turismo locale

Ecco i "magnifici 7" della costa per suggestive escursioni

30-11-2020 di redazione

Uno dei simboli della costa keniana è senza dubbio il dhow, la tipica imbarcazione swahili.
Un tempo solo a vela, oggi anche col supporto del motore, il dhow da classico mezzo di lavoro per pescatori con l’avvento del turismo si è trasformato in suggestivo natante per far vivere un’emozione che solo l’Oceano Indiano africano può regalare, un po’ come avviene in Turchia con il caicco e a Bali con i sampan.
Oggi ogni destinazione turistica può vantare un grande dhow di riferimento sul quale esplorare riserve marine, creek, foreste di mangrovie, isole, spiagge inarrivabili via terra e altri paradisi spesso incontaminati.
Il turismo locale che in questo periodo occupa hotels e resorts della costa, sembra apprezzare questa proposta di escursione.
Ogni struttura si é munita del proprio dhow ed offre ai propri clienti un’alternativa al diving e snorkeling nell’Oceano Indiano, abbinando spesso la possibilitá di pranzo, cena o aperitivo nel massimo comfort.
Ecco una carrellata dei Magnifici 7 dhow della costa keniana secondo watamukenya.net

1. PILI PIPA DIANI

Pili Pipa è una nota agenzia di safari marini di Diani che dispone di due dhows arabi tradizionali, Almasi e Monsson.
Monsoon è il più grande e capiente, è stato costruito nei cantieri di Shimoni dai maestri d’ascia shirazi. Imbarcazioni come questa vengono solitamente fatte a Lamu o in Tanzania. Il Monsoon ha uno spazioso e unico “sun deck” dove gli ospiti possono rilassarsi e prendere il sole. Almasi è più piccolo  e recente, costruito nel 2014.

2. MIDA DHOW

Il Mida Dhow e un ristorante galleggiante allestito sulla tipica imbarcazione di legno.
Offre un rilassante aperitivo all’ora del tramonto lungo il Mida Creek seguito da una cena indimenticabile sotto le stelle. Oppure e possibile optare per una giornata di navigazione lungo il creek costeggiato da mangrovie, e prendere il sole, prima di ormeggiare per una nuotata e un fantastico pranzo.

3. TAMARIND DHOWS

Il dhow del Tamarind Restaurant, ormeggiato sotto il celebre ristorante a picco sul creek di Mombasa, di fronte alla città vecchia sull’isola, un tempo era utilizzato per il commercio lungo la costa e il più grande, “Nawalilkher” arrivava fino alla penisola arabica. E’ stato ristrutturato più di trent’anni fa e, pur conservando l’aspetto di un’imbarcazione dei secoli scorsi, è a tutti gli effetti un locale navigante, con cucina e angolo per musica da vivo e pista per ballare. Si mangia durante l’escursione intorno alla città. Solo su prenotazione può ospitare fino a 70 persone a cena o 100 per aperitivi a bordo.

4 SAWA SAWA A CHE SHALE

Il ristorante e lodge sulla spiaggia dorata di Che Shale si è munito alcuni anni fa di un piccolo dhow costruito nelle isole Quirimbas del Mozambico e portato fino a Mambrui dal proprietario Justin Aniere. Oggi funziona come servizio ai clienti e anche agli esterni che vogliono noleggiarlo, per fare snorkeling, visitare una vicina isoletta. L'escursione preferita dagli ospiti è una giornata intera di vela e snorkeling con pranzo a base di pesce alla griglia a bordo. Può ospitare fino a dieci persone ed è finemente arredato con divani, cuscini e tende.

5. TUSITIRI DHOW LAMU

Il Tusitiri è uno storico dhow che ha viaggiato in lungo e in largo per tutto l’oceano indiano africano ed è stato restaurato e basato definitivamente a Lamu, per essere utilizzato per le escursioni nell’arcipelago che è patrimonio mondiale dell’Unesco.
La particolarità del Tusitiri è che vi si può anche dormire, con comode sistemazioni sotto le stelle, oltre a pranzare e cenare, con servizi igienici e cabine per bagagli e vestiario, oltre a una doccia, anche calda all’aperto.

6. BIG MAMA AL DRIFTWOOD

Più che di un dhow si tratta di un jahazi, imbarcazione a vela del tutto simile ma di dimensioni ridotte, ma non meno affascinante. Il Driftwood Club di Malindi la utilizza anche per gli esterni, per le escursioni sugli atolli di sabbia di Mayungu (meglio noti, ahinoi come “Sardegna 2”) anche se può tranquillamente avventurarsi anche fino a Che Shale e oltre. Dispone di comodi materassi prendisole e si può anche mangiare e bere (soprattutto!) a bordo.

7. DHOW SAFARI A SHIMONI

Il dhow tradizionale arabo  Waswila è a disposizione per effettuare escursioni nel parco marino di Kisite, con possibilita di snorkeling o diving in un luogo incantevole e particolare grazie alla grande presenza di delfini, tartarughe marine, murene, stelle marine ed altre specie. Volendo, il dhow dispone anche di music system.

TAGS: dhow escursionidhow kenyadhow watamusafari marino kenya

La stagione non è ancora finita e Watamu continua ad attirare turisti e immancabilmente vip e influencer.
Il ...

LEGGI L'ARTICOLO

Tra le mille possibilità di godere la Natura che il Kenya, e particolarmente la sua costa, possono vantare, c'è sicuramente il paesaggio marino dominato dalle mangrovie.
Queste piante che affondano le loro radici in terreni che si nutrono di acqua...

LEGGI TUTTO

Un paradiso esclusivo completamente rinnovato.
Un ristorante gourmet con chef italiano specializzato in cucina creativa e fusion, in una cornice unica a picco sul mare, all'imbocco del Mida Creek di Watamu.

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Si chiama "Camping Safari". 
E' la nuova frontiera delle escursioni esclusive, per chi ama davvero la Natura selvaggia africana e vuole vivere a diretto contatto con l'habitat di fauna e flora, senza rinunciare a sicurezza e comfort.
Sempre più turisti...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La bellezza della natura intorno a Watamu è il primo  biglietto da visita di questa meravigliosa...

LEGGI L'ARTICOLO

La bellezza della natura intorno a Watamu è il primo  biglietto da visita di questa meravigliosa località turistica del Kenya.
Venti chilometri prima di ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Mombasa è sicuramente la città più antica del Kenya e uno dei porti storici dell’Africa Orientale. Gli altri approdi citati già nel decimo secolo dopo Cristo dai primi navigatori, sono oggi rovine di città (come Kilwa in Tanzania o Sofala...

LEGGI TUTTO

Migliaia di appassionati si sono dati appuntamento in questi giorni a Watamu per uno spettacolo unico, per certi versi comparabile alle grandi migrazioni in savana. Sicuramente per i patiti di mare la grande migrazione delle balene dal Madagascar all'India è...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Watamu può sembrare a prima vista uno dei tanti villaggi della costa africana, costituito semplicemente da un...

LEGGI L'ARTICOLO

A Watamu c’è chi la conosce come “Mama Zawadi” e chi come la Signora dei Legni del Mare.
Qua li chiamano “driftwood”, tronchi  portati, levigati o scolpiti dalla corrente dell’Oceano Indiano.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

I giovani l'hanno scelta come meta prediletta per il Kite Surf. Il vento è cambiato da una settimana, il kaskazi estivo nel primo mese soffia forte e permette nella lunga striscia di oceano protetta dalla barriera corallina, dalla Hemingway Bay...

LEGGI TUTTO

Aveva quasi 35 anni, il grande scrittore americano Ernest Hemingway, quando vide per la prima volta il Kenya.
Lui, grande viveur e appassionato di emozioni forti, cacciatore di donne e di animali, si era da poco tempo appassionato di pesca...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il safari è un'emozione unica, imperdibile per chi frequenta il Kenya.
Non solo per chi si approccia per la prima volta a questa terra meravigliosa e cova il sogno di assistere alla bellezza della natura selvaggia e alla vita di...

C'è una storia antica, a duecento metri dall'alto ponte sul creek di Kilifi, lungo l'autostrada Mombasa-Malindi, sulla riva meridionale, proprio dove si trova il vecchio imbarcadero dei traghetti. 
In cima alla collina si può....

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya è una delle destinazioni più varie e straordinariamente ricche di occasioni uniche, emozioni per tutti ed attrazioni per ogni tipo di appassionato o esperto di avventura. Se per molti il Paese africano è soprattutto sinonimo di Natura selvaggia,...

LEGGI L'ARTICOLO

A Watamu il turismo è ormai un fenomeno a sé da ogni possibile vicissitudine del Kenya.
Questo è un dato di fatto ormai assodato e la buona notizia è che

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO