Ultime Notizie

PRODOTTI DEL TERRITORIO

I benefici nutrizionali del managu o mnavu

Una delle tante verdure a foglia del Kenya

08-07-2021 di redazione

Il mnavu o managu è una verdura a foglia verde molto comune in tutto il Kenya e nei paesi dell’Africa orientale.
Tra le bancarelle dei mercati piú o meno improvvisati, in alcuni periodi dell’anno si possono trovare accanto alla piú famosa e conosciuta mchicha,  mazzetti di questa verdura di altamente nutriente e ricca di proteine.
Il suo nome scientifico è Solanum villosum ma è conosciuta anche come belladonna africana anche se è completamente diversa dalle altre varietà velenose di belladonna provenienti da diverse zone del mondo.
Le foglie, che sono sottili e ovali, frastagliate ai bordi,  vengono solitamente cucinate con altre verdure in quanto il sapore è piuttosto amaro oppure aggiungendo latte di cocco alla cottura per addolcirne e migliorarne la gustositá.
Una volta era considerato “cibo dei poveri” e nella tradizione delle zone rurali, dove cresceva spontaneo, veniva regalato da parenti e amici ai familiari che tornavano dalle città.
Negli ultimi anni, in seguito a studi e ricerche che ne hanno attestato grandi benefici nutrizionali e medicinali, è diventata una produzione agricola commercializzata persino nei supermercati creando nuove opportunitá di lavoro per tanti piccoli agricoltori anche qui sulla costa del Kenya.
I pricipali nutrienti contenuti nel managu includono acido folico, molto utile durante la gravidanza, vitamina A, B ed  E, betacarotene e vitamina C che rafforza l’immunita e aiuta a guarire tagli e ferite oltre all’assorbimento del ferro. Il mnavu fornisce un eccellente apporto di fibre che migliorano la digestione, ridocono lo zucchero nel sangue e prevengono malattie cardiache.
Nella cosmesi, si consiglia di farsi degli impacchi di acqua di cottura al viso per combattere l’acne e donare luminosita alla pelle.
Per preservarne le sostanze nutritive citate si raccomanda di non far cuocere troppo le foglie: si possono soffriggere direttamente con un po’ di olio, cipolla, pomodoro ed altre spezie oppure far ammorbidire con una veloce bollitura in pochissima acqua.

La ricetta di watamukenya.net:

Ingredienti:

3 mazzi di mnavu ( tende a ridursi molto dopo la cottura )
1 cipolla rossa
2 pomodori medi belli maturi
olio, sale e pili pili

Pulire il managu consiste nello staccare tutte le foglie dai gambi...questa è la parte piu laboriosa!
Lavare bene la foglie e buttarle in una pentola senza sgocciolarle troppo, questa sará l’unica acqua da utilizzare per la bollitura.
Aggiungere un po’ di sale e far bollire per circa 10 minuti, finchè  le foglie si appassiranno e diventeranno tenere.
Nel frattempo tagliare la cipolla e i pomodori a dadini.
In una padella, soffriggere con un cucchiaio d’olio del pili pili e la cipolla. Aggiungere i dadini di pomodoro e infine “ripassare” le foglie di mnavu scolate per qualche minuto.
Per chi non gradisse troppo il gusto amarognolo, aggiungere del latte di cocco e farlo mantecare a fuoco spento oppre mischiarlo a della mchicha o altra verdura in foglia un po' piú gentile.
Ottimo con ugali o come contorno di carne, pesce o formaggio.

TAGS: mnavu kenyaverdura kenyapiatti kenyamanagu benefits

Le "matoke" o "matoki" sono banane verdi, anche conosciute come platano, non eccessivamente dolci che anche in Kenya, come in gran parte dell'Africa, hanno svariati utilizzi. Oltre alla farina e al pane, vengono usate a mo' di patate negli stufati.LEGGI TUTTO

Un nuovo, graziosissimo "chiringuito" si affaccia nell'accattivante scenario dei punti di ritrovo sulla spiaggia di Watamu.
Nella baia di Fortamu, di fronte all'isola dell'amore e a pochi metri da...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Spesso sulle bancarelle dei mercati locali della costa del Kenya trovate una varietà di verdura che potrebbe assomigliare a piccole zucchine, ma se poi la vedete da vicino, con le sue scanalature e la forma leggermente allungata sulla punta, capite...

LEGGI TUTTO

Negli ultimi anni il turismo gastronomico è cresciuto in maniera considerevole in tutto il mondo.
Lo si deve alla popolarità di certe trasmissioni  e anche alla diffusione mediatica di piatti e relativi ristoranti specie nell’ambito dei social network.

LEGGI TUTTO

Il Kachumbari è un'insalata fresca e leggera molto popolare in Africa orientale, in particolare in Kenya, ma anche in Tanzania, Ruanda, Burundi e Uganda. E' l'accompagnamento ...

LEGGI TUTTO

Con gli aperitivi di Mirko al tramonto, inizia la consueta due giorni di festa al Papa Remo Beach di Watamu.
Lo splendido locale piéd-dans-l'eau davanti alle sette isole dell'amore e ad una delle più belle baie della costa africana, diventa...

LEGGI TUTTO

Una risposta convinta, importante che ribadisce l'unità d'intenti delle comunità straniere di Watamu per garantire la sicurezza della località turistica, di chi la frequenta e di chi ci vive. 
La cena della "Watamu Against Crime" venerdì scorso all'Ocean Sports ha...

LEGGI TUTTO

Le serate di Paparemo sono sempre più stuzzicanti: si parte stasera con il consueto gran buffet con l'ampia scelta di portate. 
Lo splendido locale piéd-dans-l'eau davanti alle sette isole dell'amore e ad una delle più belle baie della costa africana,...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Premetto: non sono una fanatica del mare e delle vacanze al caldo.
Non impazzisco nemmeno per i villaggi turistici e le vacanze organizzate.
La cosa che mi ha portato in Africa, in Kenya è stata il bisogno di relax.
Stressata...

LEGGI TUTTO IL RACCONTO

Un'antica leggenda swahili racconta che prima dell'arrivo dei portoghesi, gli indigeni della costa keniana non mangiassero l'avocado ma ne utilizzassero solamente l'olio, perché non lo consideravano né frutta né verdura.
Quando i portoghesi decisero che...

LEGGI TUTTO

Inizia nel migliore dei modi la stagione estiva del Lily Palm Resort di Watamu.
Nei giorni scorsi il rinnovato hotel che si affaccia su una delle più scenografiche baie della località turistica keniana, ha celebrato un matrimonio di una coppia...

LEGGI TUTTO E GUARDA LA GALLERY FOTOGRAFICA

Con l'inizio di agosto si movimenta la stagione di Watamu ed entrano nel vivo le serate di Papa Remo Beach. 
Sempre più divertenti e frequentati i mercoledì e i giovedì sera dell'esclusivo locale e ritrovo davanti alla baia dell'amore di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La bontà del pollo ruspante in Kenya non è un mistero. Nella maggior parte dei casi viene cucinato semplicemente alla brace, ma ci sono piatti della cucina swahili che contemplano altri piacevoli incontri di sapori. Uno di questi è il...

LEGGI TUTTA LA RICETTA

Come ogni anno, in questo periodo ci si trova a commentare e meravigliarsi di un effetto della natura marina, che grazie alle correnti e alla temperatura dell'acqua, favorisce la migrazione dei tonni pinna gialla, che passano tra metá e fine agosto...

LEGGI TUTTO

Se il Come Back Club è l'indiscusso punto di ritrovo di ogni sera a Watamu, con il suo bar sempre affollato e pieno di allegria, con l'ospitalità del suo "deus ex machina" Mario Ciampi e quel misto di Africa ed...

LEGGI TUTTO

L'ugali, composto da posho o sima, ovvero farina di mais e da un contorno che può essere di carne, pesce o verdura, è il piatto unico tipico del Kenya e specialmente della costa.

LEGGI TUTTO