Storie

STORIE

600 anni fa i racconti del primo cinese a Malindi

Zeng He visse in Kenya nel 1417 e portò una giraffa al suo Imperator

22-09-2017 di redazione

La storia del primo cinese che approdò sulle rive dell'Oceano Indiano ha seicento anni.
Era infatti il 1417, secondo gli studiosi di Pechino che hanno recentemente pubblicato un volume sui viaggi dei grandi navigatori orientali, quando Zeng He con una flotta di 40 navi, arrivò a Malindi, dopo aver toccato nel suo viaggio l'India, la Persia, l'Oman, la Mecca e probabilmente la costa dell'Eritrea.
Qualche anno fa, il ritrovamento di monete cinesi a Mambrui, da parte di un pool di archeologi orientali e kenioti, aveva già riportato alla memoria la storia di questo grande viaggiatore mandato in avanscoperta verso mondi ancora poco conosciuti dall'impero cinese. 
In precedenza le correnti e l'aspettativa dell'oro avevano portato le flotte orientali in Madagascar e da lì a nord verso il Mozambico.
Qualcuno probabilmente aveva già risalito il Corno d'Africa, ma Zeng He ci arrivò direttamente senza staccarsi troppo dalla costa.
Zeng era stato messo a capo di una flotta di velieri dall'imperatore Ming Zhu Li.
Scelto perchè di famiglia mussulmana, Zeng raggiunse l'India e da qui salpò per fare rotta verso l'Africa, ma fu vittima di un naufragio sull'isola di Pate in cui perse buona parte dei suoi vascelli.
Qui molti suoi uomini si fermarono e leggenda vuole che si mescolarono con la popolazione locale, dando origine a una razza, che gli abitanti dell'arcipelago di Lamu chiamano "wasanga".
Gli stessi wasanga si ritengono discendenti dei cinesi.
Poi Zeng He, che conosceva l'India, l'indonesia e tutto l'oceano Indiano fino a Guangzhou, rimase affascinato da Malindi e vi si fermò per lungo tempo, facendovi poi ritorno o tappa dopo altre avventure per mare.
Lo storico Wang Ming descrive l'incontro con la popolazione di Malindi come un evento insolito, pacifico e con una "sorpresa", un dono particolare del Re locale al navigatore cinese. 
Nel suo quarto viaggio nei mari occidentali, Zheng He raggiunse il regno di Malindi, in Africa orientale, che inviò poi una delegazione in Cina donando una giraffa all'imperatore cinese. Al tempo la giraffa era chiamata dai cinesi Qilin, e considerata un animale propizio, il che diventò una testimonianza storica degli scambi amichevoli tra Cina ed Africa. Occorre ricordare che in somalo, la giraffa è chiamata 'jili'.
Alcuni studiosi ritengono che i cinesi del tempo abbiamo chiamato la giraffa Qilin proprio secondo la dizione somala.
La cosa certa è che il viaggio di Zheng He in Kenya dette inizio agli scambi di amicizia con il popolo africano.
Oggi i cinesi sono una consuetudine per l'Africa.
Non vengono per interscambi culturali ma per vendere servizi e colonizzare economicamente gli Stati consenzienti. Intenti ben diversi da quelli dell'esploratore islamico Zeng He, il primo "mandarino" con il mal d'Africa della storia.

TAGS: Cinesi KenyaZang He KenyaCinesi MalindiNavigatore Kenya

Decine di operai al lavoro in questi giorni sul tratto di strada tra Gede e Watamu per scavi e posa delle fibre ottiche per conto di una società keniana istradata dai cinesi.
Motivo dei nuovi collegamenti, la posa delle fibre...

LEGGI TUTTO

Malindi è una cittadina che si affaccia sulle rive dell’Oceano Indiano, situata a 120 km circa da Mombasa e a poche miglia dalla foce del fiume Sabaki, che nel suo alto corso viene chiamato Galana ed è di fatto il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Marco Cavalli, quarantacinquenne piemontese di Alessandria, è il nuovo Corrispondente Consolare Italiano a Watamu. 
Lo ha reso noto ufficialmente l'Ambasciata d'Italia a Nairobi. 
Facendo riferimento al Consolato Onorario d'Italia a Malindi, Cavalli farà da tramite tra i connazionali di stanza...

LEGGI TUTTO

Viene inaugurata oggi a Watamu la nuova filiale della banca keniana Diamond Trust Bank (DTB).
L'inaugurazione, a cui sono invitati i correntisti di Malindi e anche tutte le altre persone interessate che gravitano attorno alla cittadina, è fissata per questa...

LEGGI TUTTO

Da voci che arrivano dagli ambienti commerciali di Nairobi, la compagnia di supermercati di grande distribuzione nazionale "Tuskys" vorrebbe aprire un terzo supermercato nella Kilifi County, dopo quelli di Kilifi e di Mtwapa.
La decisione sembra caduta su Watamu e...

LEGGI TUTTO

"Fully booked" è la parola di questa fine d'anno, per quanto riguarda Watamu.
Significa "tutto esaurito" ed è quel che stanno registrando gli hotel e i resort della cittadina diventata il punto di riferimento costiero del Kenya.
Le strutture alberghiere...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Nell'ambito della presentazione del "Kenya Beach Destination Strategy", il rapporto sul rilancio del turismo commissionato dal Governo del Kenya all'agenzia spagnola THR, ieri a Malindi si è parlato anche della destinazione Watamu.
"Una meta turistica che dovrà essere completamente sganciata...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La satira, la poesia e gli aneddoti sugli italiani in Kenya tornano a Watamu per un'altra divertente serata.
Freddie del Curatolo e Marco "Sbringo" Bigi saranno domenica 4 febbraio al Mapango...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Galeotta fu una campagna elettorale di qualche mese fa a Watamu, con pranzo al 7 Islands Resort.
Raila Odinga, leader dell'Orange Democratic Movement e dell'opposizione di governo, sfidante per la seconda volta dell'attuale presidente del Kenya Uhuru Kenyatta, è ormai...

LEGGI TUTTO

Da antiche scritture arabe, si sa che la foresta di Arabuko si estendeva da appena fuori Malindi fino quasi a Kilifi ed era popolata da belve feroci, serpenti velenosi (cobra soprattutto) ed elefanti, che spesso arrivavano fino alle spiagge inesplorate...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un nuovo affascinante direttore, Betty Radier, e una nuova strategia di marketing.
Questo il Kenya Tourist Board edizione 2017 ha presentato agli hotelier di Watamu, riuniti ieri mattina al Kobe Suite Resort su iniziativa dell'imprenditore e manager Guido Bertoni.

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Tra le mille possibilità di godere la Natura che il Kenya, e particolarmente la sua costa, possono vantare, c'è sicuramente il paesaggio marino dominato dalle mangrovie.
Queste piante che affondano le loro radici in terreni che si nutrono di acqua...

LEGGI TUTTO

Una grande festa per salutare Madam Martha Karo, la storica direttrice della Gede Special School che va in pensione, dopo dodici anni di lavoro e cieca dedizione per la nota scuola per disabili di varia natura tra Malindi e Watamu.
Un...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Migliorano le infrastrutture a Watamu.
E' un processo lento ma che da i suoi frutti, com'è stato precedentemente per l'illuminazione di tutta l'arteria principale e come sarà per il collegamento della strada costiera con Malindi, via Mayungu.
Ora è in...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Ministro del Turismo della Contea di Kilifi Nahida Mohamed ha annunciato di voler costruire un mercatino turistico, ovvero un "curio market" a Watamu.
Nella recente finanziaria...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La notizia del film che Spielberg avrebbe girato a Malindi era un pesce d'Aprile di Malindikenya.net, WAC, Watamukenya.net e Kenyaoggi.
Tutti i siti e pagine social si sono uniti nello scherzo per affermare che Watamu è bellissima e sicura...anche senza...

LEGGI TUTTO