Ultime Notizie

VIVERE IN KENYA

10 regole d'oro per i turisti che arrivano sulla costa del Kenya per le feste

Consigli, avvertenze e precauzioni da utilizzare durante la vostra vacanza

24-12-2017 di redazione

Durante le prossime feste natalizie e di fine anno, a Watamu e sulla costa del Kenya arriveranno circa 5 mila italiani, secondo le stime di tour operators, siti di prenotazioni online e compagnie di volo.
Ecco dieci regole che conviene seguire per trascorrere la propria vacanza in Kenya senza inconvenienti. 

1. Ricordatevi che il Kenya è un Paese straniero, una giovane Nazione del continente africano con storia, leggi, abitudini e cultura molto diverse dalle nostre. Non pensate mai, nemmeno un minuto, di essere in Costa Smeralda, a Formentera, a Rimini o Lignano Sabbiadoro.

2. Portate sempre con voi il Passaporto, e non una semplice fotocopia. Se avete intenzione di guidare, oltre ad essere consci che in Kenya c'è la guida a destra come in Inghilterra, dovete essere dotati di patente internazionale. Le cinture di sicurezza in Kenya sono obbligatorie anche per i passeggeri dei sedili posteriori. 

3. Se prendete un boda-boda, le moto-taxi, prendetele singolarmente anche se il conducente vi dice che ci potete salire in due o tre persone contemporaneamente. Spenderete qualche euro in più, ma sarete nella legalità. Il conducente dovrebbe avere il casco, ma se non lo ha fategli presente che in caso di stop da parte della polizia, sarà lui il colpevole e non voi. NON IMPORTA se i locali salgono in 4 su un boda-boda e nessuno li ferma, o se loro girano sulle moto senza casco. Diciamo che con i propri connazionali, che spesso non avrebbero i soldi per pagare eventuali multe e finirebbero direttamente in prigione, le forze dell'ordine sono più indulgenti. Ma noi siamo stranieri in questo Paese e abbiamo (sulla carta) molta più disponibilità economica di loro. Non dimenticatelo mai.

4. Rispettate sempre le persone e ponetevi in maniera gentile con loro. La lingua può essere un motivo di malinteso. Proprio per questo non significa che vi possiate fidare ciecamente di chi parla italiano. In Italia difficilmente diventereste amici di uno straniero che conoscete da mezza giornata, solo perché parla la vostra lingua. Applicate la stessa regola anche in Kenya, tanto più che gli stranieri siete voi e spesso chi parla italiano, specie se si tratta di "beach boy", lo fa per mestiere. Siate cordiali ma naturalmente diffidenti, facendovi guidare dal buon senso, piuttosto che dall'entusiasmo che vi dice che "in vacanza è tutto bello".

5. Sulla costa del Kenya c'è una significativa minoranza mussulmana, è consigliabile una certa morigeratezza nel modo di vestire. E' assolutamente vietato il topless in spiaggia o durante il bagno. Eccessive effusioni, anche solo "petting" possono essere punite dalla legge.

6. Chiedete sempre la ricevuta per ogni acquisto che fate, specialmente se pagate anticipatamente o date una caparra per safari, automobili a noleggio, appartamenti o altro.

7. In Kenya è vietato raccogliere conchiglie, coralli ed ogni altro genere di fossile, carapace o altro dal mare o dal litorale, assolutamente proibito possedere avorio o oggetti ricavati da animali di qualsiasi tipo. Ci sono alcuni negozi e bancarelle abilitati a vendere oggetti ricavati da animali di terra o di mare, e anche conchiglie. Nel caso vi devono rilasciare una ricevuta che rechi il nome o il timbro del rivenditore. Nel caso di acquisto di conchiglie o anche di frutta, per poter viaggiare al ritorno con questi articoli, bisogna avere una ricevuta dell'ufficio d'Igiene locale (Health Office) che ha controllato la merce.

8. Evitate accuratamente di comunicare a chicchessia la data esatta della vostra partenza. E' buona regola (come raccomandato dalla Prefettura della Contea di Kilifi) non dare troppi particolari alle persone conosciute da poco sulla vostra locazione e sulla data e le modalità di ritorno in Italia. La maggior parte delle rapine e dei furti che avvengono durante l'alta stagione (fortunatamente non molte, ma ci sono) avvengono proprio a ridosso della partenza e spesso gli autori sono persone a cui si è dato questo genere di confidenza.

9. Nel caso di incontro con una persona con la quale avete un rapporto affettivo o sessuale, cercate di essere chiari fin dalla prima volta che si tratta di un incontro occasionale. Nel caso gli incontri proseguano nel corso della vacanza, oltre a seguire i consigli di cui al punto 6, evitare di farsi soverchie illusioni. In Kenya la prostituzione è legale perché non esiste sfruttamento diretto del mercimonio del corpo. Non ci sono "ruffiani" ma le persone sono libere di gestire la loro professione. Proprio per questo spesso non si presentano come tali, ma come possibili amici e compagnie. Questo può spiazzare chi è abituato alla figura della prostituta o del gigolò propria della cultura europea.

10. Il Kenya è uno splendido Paese, ma anche una delle Nazioni mondiali con il più alto livello di corruzione. Nel caso foste vittima di una richiesta di "mancette" per qualcosa che non avete commesso o per una situazione in cui siete certi di non essere colpevoli, non fatevi prendere dal panico.
Fatevi tranquillamente condurre alla stazione di Polizia, se questa è la "minaccia" e sappiate che per legge prima di essere eventualmente incarcerati avete diritto alla presenza di un rappresentante legale. Portate sempre con voi il numero di telefono di una persona di riferimento in loco che possa aiutarvi o assistervi davanti alle forze dell'ordine. Il Consolato Onorario Italiano di Malindi è sempre disponibile ad aiutarvi.
Nel caso foste invece in contravvenzione, sappiate che la legge keniana prevede di presentarsi davanti a un giudice per esporre le proprie ragioni, e sempre una sanzione pecunaria alternativa alla detenzione, così come prevede da subito la libertà provvisoria su cauzione.

 

TAGS: kenya regolekenya leggivacanza kenya regoleavvertenze kenyaconsigli kenya

Specialmente in Kenya, ogni effetto positivo ha il suo rovescio della medaglia.
Quest'anno il turismo a Watamu ha ripreso a marciare nella direzione giusta, quello di un buon numero di presenze che si è protratto fino ai giorni attuali, con...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una lodevole iniziativa musicale degli amici italiani del God Our Father Center for Needy Children di Timboni, insieme al musicista napoletano Ugo Gangheri, autore delle colonne sonore di tanti spettacoli del comico Giobbe Covatta, da sempre legatissimo al Kenya.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Se il Come Back Club è l'indiscusso punto di ritrovo di ogni sera a Watamu, con il suo bar sempre affollato e pieno di allegria, con l'ospitalità del suo "deus ex machina" Mario Ciampi e quel misto di Africa ed...

LEGGI TUTTO

Il Mapango, uno dei punti di ritrovo dei turisti a Watamu, su una delle baie più suggestive della località turistica, si è completamente rifatto il trucco.
Chi conosce il bar ristorante all'interno del Lily Palm Resort ma da sempre con...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE FOTO

Il Kenya è stato inserito nei cinque Paesi da visitare nel 2017 per una vacanza "eco-consapevole" da due dei più importanti operatori americani del settore.
G-Adventure e Intrepid Travel hanno citato il Kenya come uno dei Paesi più interessanti e in crescita...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' Jacaranda Bay la spiaggia più bella di Watamu, lo dicono centinaia di appassionati d'Africa, turisti e residenti italiani che amano la costa del Kenya.
Una settimana di votazioni, più di quattromila preferenze tra i lettori dei due portali watamukenya.net...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E LA CLASSIFICA FINALE

Watamu ha lasciato un segno del cuore dei keniani di Nairobi in vacanza, durante queste feste natalizie e di Capodanno.
Lo dimostra innanzitutto...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

I giovani l'hanno scelta come meta prediletta per il Kite Surf. Il vento è cambiato da una settimana, il kaskazi estivo nel primo mese soffia forte e permette nella lunga striscia di oceano protetta dalla barriera corallina, dalla Hemingway Bay...

LEGGI TUTTO

Ci sono almeno due modi di fare il lavoro di agente di viaggio: uno è quello, serio e professionale intendiamoci, di indicare a secondo delle richieste la meta di una vacanza, mostrando brochure e cercando strutture, offerte speciali, rapporti qualità-prezzo....

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

A Watamu la chiamano tutti "Mama Paka".
Nicoletta "Niky" Ghiberti è ormai da cinque anni la paladina dei gatti della piccola cittadina turistica di Watamu.
Mama Paka è una solare signora di 55 anni arrivata in Kenya nel 2004 da Torino, dove svolgeva...

LEGGI TUTTA LA STORIA

Dopo un agosto all'insegna dell'aumento della produzione, senza minimamente scalfire l'ottima qualità dei prodotti, Nonsologelato di Watamu chiude i battenti per qualche settimana per rinnovare i locali e concedere una meritata vacanza alla iperattiva artista dei dolci Anna.
Dall'inizio dell'anno...

LEGGI TUTTO

Il Kenya è la seconda meta mondiale consigliata ai single, secondo il portale speedvacanze.it.
La statistica che mette sul podio il Kenya e la sua più bella meta marina, stila una classifica in base alle preferenze dei lettori ma anche...

LEGGI TUTTO

"Quelli che sono arrivati a Watamu vent’anni fa in vacanza e non sono ancora ripartiti.
Quelli che sono in Kenya da tre giorni ma hanno già capito tutto..."
Così ha iniziato...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

A poco meno di un mese dall'incendio che aveva ridotto in cenere il ristorante e parte della struttura (camere, servizi e Mapango esclusi), il Lily Palm Resort di Watamu è stato ricostruito e in tempo record e reso ancora più...

LEGGI TUTTO

Tre incanti del Kenya: gli animali e la natura della savana, il piacere della corsa nella rift valley insieme ai connazionali dei grandi campioni del mondo e le bianche spiagge di Watamu per rilassarsi e godere del mare e del...

LEGGI TUTTO

Anche a marzo inoltrato, sul finire dell'estate africana, Watamu continua ad attrarre turisti e ad incantare personaggi famosi.
Nella domenica del Paparemo Beach, un vero classico delle splendide giornate di sole su una delle spiagge di culto della villeggiatura nella...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO