Ultime Notizie

PIANTE DEL KENYA

L'albero della vita: la Moringa

La pianta "magica" dalle molteplici proprietá

19-03-2021 di redazione

Grazie alle sue innumerevoli proprietá la moringa viene definita albero della vita, albero miracoloso o anche pianta immortale.
Fa parte della famiglia delle moringacee di cui se ne conoscono almeno 13 specie, da quelle che si sviluppano come veri e prori alberi che possono raggiungere i dieci metri ai semplici arbusti.
La Moringa Oleifera è la specie economicamente più pregiata ed è originaria dell'Asia meridionale, dove cresce ai piedi dell'Himalaya, ma è ampiamente coltivata in tutte le zone tropicali. In Etiopia orientale, nel nord del Kenya e in Somalia, si riscontrano nove specie, di cui otto endemiche dell’Africa.
E’ una pianta che non soffre la siccitá, anzi riesce a crescere e resistere in condizioni molto proibitive e a trattenere liquidi e sostanze nutritive in caso di eccessiva carenza d’acqua. In Africa e in Kenya, dove si sviluppa senza problema, le popolazioni la classificano tra gli alberi “nebedies” ossia che non muoiono mai.
Trattasi di nutraceutico (è un neologismo sincratico da "nutrizione" e "farmaceutica" ), ossia di un alimento naturale ricco di proprietá preventive e terapeutiche e sostanze amiche per la salute, ha inoltre  grandi potenzialità perché apporta proteine ad elevato valore biologico, che contengono tutta la gamma degli aminoacidi richiesta per il fabbisogno umano, caratteristica quasi unica tra i vegetali.Tali proprietà rendono la moringa una pianta interessante anche dal punto di vista umanitario: può essere usata per combattere fame, malnutrizione e povertà. 
Tra le sostanze piu presenti ci sono gli antiossidanti, ben 46, tra cui i polifenoli. Numerose anche le vitamine come la A e la C che é presente in quantitá ben superiore a quella delle arance.
Ricca anche di olioelementi come zinco, selenio e ferro, insomma un vero e prorio toccasana.
Le sono riconusciute ache proprietá diuretiche e depurative per cui si possono avere effetti benefici in caso di gonfiore e ritenzione idrica. I suoi impieghi curativi nell'ambito della medicina naturale spaziano dalla cura del raffreddore e della febbre all'impiego nel trattamento di infiammazioni e di problemi digestivi o di ipertensione. Ma anche diabete, mal di testa e altre centinaia di disturbi.
Della moringa tutto é commestibile: corteccia, baccelli, foglie, radici, semi e fiori, anche per questo viene considerata un superfood o un albero miracoloso.
Le foglie sono molto ricche in proteine, vitamine e sali minerali.  Hanno un sapore leggermente piccante e gradevole anche allo stato crudo: spesso vengono usate per la nutrizione delle partorienti o delle neomamme, soprattutto in zone povere. Anche i fiori sono edibili e vengono di norma preparati in insalata. Inoltre, la moringa è pianta mellifera: dai suoi fiori si può produrre anche il miele. Per quanto riguarda i semi, generalmente vengono tostati o bolliti e hanno un sapore lontanamente simile a quello dei ceci. I semi sono importantissimi: l’olio che contengono è costituito in una percentuale dal 65 al 76% da acido oleico, che è lo stesso grasso insaturo dell’olio d’oliva. 
Le radici sono molto particolari perché hanno un sapore aromatico e un po’ piccante, che puo' ricordare quello del ravanello. Si usano come spezia, come si fa con il rafano ma è bene prestare attenzione e limitarne il consumo per la presenza della spirochina, un alcaloide che potrebbe essere dannoso per la trasmissione nervosa. 
Le preziose sostanze nutritive della moringa favoriscono una migliore alimentazione cellulare, la protezione dai radicali liberi e un rinforzamento delle difese immunitarie, non stupisce quindi che la moringa rappresenti un valido aiuto anche nel settore dei cosmetici con creme e lozioni per la pelle a base di olio e polvere.
Da noi é molto facile reperire le foglie essiccate e polverizzate da utilizzare in infusi e bevande o in ricette creative.

 

TAGS: moringa kenyamoringa oleiferaalbero della vitapiante kenya

Avete mai sentito parlare del toporagno elefante?
E' una delle specie animali che ancora sopravvivono nella foresta di Arabuko Sokoke, tra Gede e Mida, non distante da Watamu.
E' un luogo di visite turistiche ma mai abbastanza pubblicizzato, perché impervio...

LEGGI TUTTO

Tra le mille possibilità di godere la Natura che il Kenya, e particolarmente la sua costa, possono vantare, c'è sicuramente il paesaggio marino dominato dalle mangrovie.
Queste piante che affondano le loro radici in terreni che si nutrono di acqua...

LEGGI TUTTO

Watamu non è solo un paradiso per turisti e per chi si innamora dell'Africa e poi ritorna, ma anche un "terreno di esplorazione" per tanti giovani provenienti da tutto il mondo.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Kenya è sempre più l'ambiente ideale del tamarindo, presente nella costa swahili da quando fu portato e piantato dall'India, mille anni fa.
Il Tamarindus Indica è un sempreverde maestoso, di lunga vita, appartenente alla famiglia delle leguminose.

LEGGI TUTTO

Bocconcini di pesce in sugo di mango.
Si tratta di una ricetta swahili particolarmente utilizzata a Malindi e Watamu e sulla costa del Kenya, dove abbondano le piante di questo delizioso frutto tropicale.
Ecco per voi la ricetta di watamukenya.net

LEGGI TUTTO

A Watamu c’è chi la conosce come “Mama Zawadi” e chi come la Signora dei Legni del Mare.
Qua li chiamano “driftwood”, tronchi  portati, levigati o scolpiti dalla corrente dell’Oceano Indiano.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Lo chiamano il “paradiso di Tarzan”.
Le azzurre piscine formate dalle cascate della foresta di Ngare Ndare, tra rocce liane ed animali selvatici sono indiscutibilmente una delle meraviglie del...

LEGGI TUTTO

La Tsavorite, la pietra verde che prende il nome dal Parco Nazionale dello Tsavo è stata scoperta nel 1967 dal geologo scozzese Campbell Bridges.
Da allora è sempre più famosa all’estero che in Kenya e Tanzania, uniche nazioni in cui...

LEGGI TUTTO

Un paradiso esclusivo completamente rinnovato.
Un ristorante gourmet con chef italiano specializzato in cucina creativa e fusion, in una cornice unica a picco sul mare, all'imbocco del Mida Creek di Watamu.

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il caldo torrido che si sta protraendo in questi giorni sulla costa keniana potrebbe favorire la presenza di serpenti, particolarmente green e black mamba e più raramente cobra. 
Ecco un decalogo di precauzioni segnalate dal KWS.

LEGGI TUTTO

"La mia lotta per salvare i tesori naturali africani". 
Questo l'eloquente sottotitolo di un'autobiografia scritta a quattro mani con la giornalista Virginia Morell.
La vita del fondatore del Kenya Wildlife Service e del più strenuo difensore degli animali selvatici del...

LEGGI TUTTO

La bellezza della natura intorno a Watamu è il primo  biglietto da visita di questa meravigliosa...

LEGGI L'ARTICOLO

Il mio mal d'Africa è dedicato a chi in Africa non ci è mai stato.

LEGGI TUTTO

La bellezza della natura intorno a Watamu è il primo  biglietto da visita di questa meravigliosa località turistica del Kenya.
Venti chilometri prima di ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Gli ambientalisti si muovono da due anni per evitare uno scempio che potrebbe riguardare l'Arabuko Sokoke Forest, che si estende da Gede a Matsangoni, lungo la strada Malindi-Mombasa dove ci sono anche gli ingressi per i turisti, fino a buona...

LEGGI TUTTO

Un libro biografico racconta la vita avventurosa tra Kenya e Italia di Lyduska de Nordis, morta a Nairobi nel 2006 a 85 anni.
“Lyduska, la vita tra due mondi della contessa di Salcano”, scritto dalla giornalista friulana Anna Cecchini ed...

LEGGI TUTTO