Ultime Notizie

PIANTE DEL KENYA

L'eleganza della Rosa del Deserto

La pianta dell'amore vero e durevole

21-12-2020 di redazione

A prima vista sembra un baobab in miniatura, con la base del tronco molto voluminosa e rigonfia, formata sia dalle radici che dal fusto e rami non eccessivamente lunghi, disegnati da striature biancastre che conferisono una parvenza quasi levigata.
L’Adenium Obesum, conosciuto come Rosa del Deserto o Oleandro del Madagascar è  una pianta molto facile da vedere nei giardini tropicali della costa del Kenya. Con l’oleandro condivide la forma dei fiori, la resistenza alla siccita e la tossicitá di alcune sue parti, infatti alcune popolazioni indigene utilizzano la sua linfa per fabbricarne frecce da usare per la caccia.
Il suo nome sembra derivare dal Golfo di Aden, tra l’Africa e l’Arabia Saudita, perché è lì che fu scoperta la prima volta.
Appartenente alla famiglia delle Apocynaceae  è molto diffusa nell’area Sub Sahariana, ha dato origine a numerose sottospecie che differiscono tra di loro per colore dei fiori, forma del tronco e delle foglie e soprattutto per dimensioni che possono raggiungere anche i 3 metri di altezza. Essendo una pianta arbustiva originaria di zone desertiche, predilige climi secchi e prolifera in aree soleggiate e con temperature oltre i 20°C , puó sopportare anche periodi di siccitá in quanto il tronco, esattamente come il baobab, immagazzina acqua e umiditá al suo interno.
Nel linguaggio dei fiori la Rosa del deserto è  la pianta che viene associata all’amore vero e durevole, capace di resistere alle avversitá.
Il fiore dell'Adenium è composto da cinque petali di colore bianco o rosa con le estremità piu scure, è estremamente contrastante con il verde brillante delle foglie e con il fusto tozzo e poco slanciato della pianta, raggiungendo anche dimensioni oltre i 10cm.
La fioritura é molto lunga ed é di una bellezza incantevole...indimenticabile!

TAGS: rosa del desertoadenium obesumpiante kenyafiori kenya

Gli ambientalisti si muovono da due anni per evitare uno scempio che potrebbe riguardare l'Arabuko Sokoke Forest, che si estende da Gede a Matsangoni, lungo la strada Malindi-Mombasa dove ci sono anche gli ingressi per i turisti, fino a buona...

LEGGI TUTTO

La cena del venerdì al Mapango questa settimana si tinge di rosa.
In...

LEGGI L'ARTICOLO

Avete mai sentito parlare del toporagno elefante?
E' una delle specie animali che ancora sopravvivono nella foresta di Arabuko Sokoke, tra Gede e Mida, non distante da Watamu.
E' un luogo di visite turistiche ma mai abbastanza pubblicizzato, perché impervio...

LEGGI TUTTO

Tra le mille possibilità di godere la Natura che il Kenya, e particolarmente la sua costa, possono vantare, c'è sicuramente il paesaggio marino dominato dalle mangrovie.
Queste piante che affondano le loro radici in terreni che si nutrono di acqua...

LEGGI TUTTO

Io ed Enrico abbiamo coronato un sogno in Kenya, e precisamente a Watamu.
Siamo una coppia nella vita già da sei anni, ma avevamo voglia di coronare il nostro amore con una cerimonia indimenticabile e una grande festa da condividere con...

LEGGI TUTTA LA STORIA

Gli indigeni lo chiamano "Nyari", una parola giriama che significa "il luogo delle erosioni spontanee".
Il villaggio di Marafa si trova nel distretto di Magarini, a soli quaranta chilometri da Malindi, a meno di un'ora di macchina, per lo più su...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Nel 1972 il Governo keniota dichiaró l’area ad Est del Lago Turkana, compresa tra il fiume Tulor Bor a nord e Allia Bay a sud, parco Nazionale con il nome di Sibiloi.

LEGGI TUTTO

Watamu non è solo un paradiso per turisti e per chi si innamora dell'Africa e poi ritorna, ma anche un "terreno di esplorazione" per tanti giovani provenienti da tutto il mondo.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Le serate live del Come Back Club di Watamu si impreziosiscono con un concerto davvero straordinario, questo venerdì.
Sul palco del locale di Watamu...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Grazie alle sue innumerevoli proprietá la moringa viene definita albero della vita, albero miracoloso o anche pianta immortale.
Fa parte della famiglia delle moringacee di cui se ne conoscono almeno 13 specie, da quelle che si

LEGGI TUTTO

Una voce incantevole, perfetta. Di quelle che è un sublime piacere ascoltare appoggiarsi sulle note jazz dei grandi standard internazionali.
La cantante napoletana Simona De Rosa, che da...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Dopo la bellissima serata live di sapore latin-jazz, con il chitarrista e cantante Michel Ongaro, dall'incredibile voce baritonale e con i suoi ospiti a sorpresa, e la spettacolare esibizione della jazzista partenopea Simona De Rosa , il Come Back Club...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La Moda italiana sbarca in Kenya e precisamente a Watamu. 
La griffe Missis Di., sinonimo del Made in Italy, ha scelto il Paese africano per conquistare turisti e residenti. 
Si tratta di abbigliamento, borse e accessori ricercati, tutti prodotti e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Bocconcini di pesce in sugo di mango.
Si tratta di una ricetta swahili particolarmente utilizzata a Malindi e Watamu e sulla costa del Kenya, dove abbondano le piante di questo delizioso frutto tropicale.
Ecco per voi la ricetta di watamukenya.net

LEGGI TUTTO

Lo chiamano il “paradiso di Tarzan”.
Le azzurre piscine formate dalle cascate della foresta di Ngare Ndare, tra rocce liane ed animali selvatici sono indiscutibilmente una delle meraviglie del...

LEGGI TUTTO

Il chapati è un pane tradizionale portato in Kenya dalla tradizione indiana, ma poi evolutosi in tutto il Paese ed oggi preparato in strada, nei locali poveri come in quelli di alto livello come accompagnamento per le pietanze.
La sua...

LEGGI TUTTO