Ultime Notizie

RICETTE

Mandazi: le famose frittelle della costa swahili

Dolci tentazioni profumate di spezie e cocco

05-11-2022 di redazione

Il mahamri o mandazi é una frittella molto popolare sulla costa del Kenya, ottimo da consumare a colazione con il caffé, a merenda accompagnato da un buon te oppure a fine pasto, magari con una crema pasticcera leggera oppure, per i piú creativi prepararlo salato o semplicemetnte meno dolce e farcirlo come fosse un panzerotto E’ spesso di forma triangolare ma e facile trovarlo anche tondo o ovale.

Ingredienti per 16 mahamri:

3 tazze di farina
3 cucchiaini di lievito istantaneo
5 o 6 cucchiai di zucchero
1 cucchiaino di polvere di cardamomo macinato ( per chi volesse anche 1 cucchiaino di cannella )
3/4 tazze di latte di cocco
Mezza tazza di latte di mucca ( da aggiungere poco alla volta, potrebbe bastarne anche meno )
Olio per friggere

Preparazione:

Setacciare la farina, aggiungere il lievito, lo zucchero e il cardamomo e a chi piace anche la cannella, mescolare il tutto con cucchiaio di legno. Iniziare ad aggiungere il latte di cocco un po’ alla volta, e continuare poi con il latte di mucca, amalgamare fino ad ottenere un buon impasto morbido ( sodo, non appiccicoso). Impastare e lavorare  con entrambe le mani per circa 15/20 minuti o  fino a quando il composto non diventerá liscio ed elastico e formare una palla.
Mettere l’impasto in una ciotola e coprirla con un asciugamano pulito sistemandolo in una zona calda della casa. Questa permetterá all’amalgama di lievitare e raddoppiare le sue dimensioni ( ci vorranno circa 3 ore ).

I Migliori Orologi Repliche Negozio, Rolex Economici, Omega, Breitling, IWC, Panerai, Audemars Piguet, Tag Heuer In Vendita repliche orologi!

Finita la lievitazione, dividere la palla in quattro parti uguali.Stendere con il mattarello ogni sezione in cerchi di 15/20cm e dividerli con un coltello in quattro spicchi.
Posizionare ogni spicchio sopra una superficie infarinata e lasciarli lievitare una seconda volta per un tempo che puo variare dai 15 minuti a 1 ora intera.
Mettere dell’olio di semi in una padella profonda o wok, quando l’olio sará arrivato a temperatura immergere 4 “triangoli” alla volta, girandoli di tanto in tanto, magari con delle pinze per evitare che si formino delle crepe. Quando si gonfieranno e raggiungeranno una colorazione dorata uniforme si potranno scolare e mettere su un foglio di carta assorbente
Si cosiglia di lascarli raffreddare ma, per i piú golosi la tentazione di mangiarli ancora tiepidi sará incontrollabile.

 

 

TAGS: delci kenyamandziricette kenya

In Kenya le patate sono particolarmente gustose.
La popolazione locale le adora fritte, tanto che sono il contorno ideale del piatto nazionale, la "nyama choma" (carne alla griglia quasi abbrustolita).
Ma vi sono molti altri modi di cucinarle.
Una delle...

LEGGI TUTTA LA RICETTA

In alcuni ristoranti swahili la salsa di mango per accompagnare il pesce alla griglia è una consuetudine.
Le ricette più gourmet prevedono l'ultilizzo di un pesce "nobile" come il red snapper, ma anche lo white snapper o il "kolekole" (più...

LEGGI TUTTO

Un'antica leggenda swahili racconta che prima dell'arrivo dei portoghesi, gli indigeni della costa keniana non mangiassero l'avocado ma ne utilizzassero solamente l'olio, perché non lo consideravano né frutta né verdura.
Quando i portoghesi decisero che...

LEGGI TUTTO

Un nuovo, graziosissimo "chiringuito" si affaccia nell'accattivante scenario dei punti di ritrovo sulla spiaggia di Watamu.
Nella baia di Fortamu, di fronte all'isola dell'amore e a pochi metri da...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Lo scrittore Muhammad Bin Hassan Bhagdadi nel libro di ricette del XIII secolo “Kitab al tabeek”,il cui manoscritto originale  é tutt’oggi custodito nella ...

LEGGI TUTTA LA RICETTA

L'ugali, composto da posho o sima, ovvero farina di mais e da un contorno che può essere di carne, pesce o verdura, è il piatto unico tipico del Kenya e specialmente della costa.

LEGGI TUTTO

Il coriandolo, o dhania come viene chiamato qui, è una pianta erbacea di cui si utilizzano sia i frutti, che vengono erroneamente chiamati semi in quanto di piccole dimensioni e duri, che le foglie, molto simili a quelle del...

LEGGI TUTTO

Una terrazza ancora più ampia e suggestiva su una delle baie che fanno di Watamu una cartolina tropicale di quelle che fanno sognare milioni di viaggiatori.

LEGGI TUTTO

Negli ultimi anni il turismo gastronomico è cresciuto in maniera considerevole in tutto il mondo.
Lo si deve alla popolarità di certe trasmissioni  e anche alla diffusione mediatica di piatti e relativi ristoranti specie nell’ambito dei social network.

Grazie alle sue innumerevoli proprietá la moringa viene definita albero della vita, albero miracoloso o anche pianta immortale.
Fa parte della famiglia delle moringacee di cui se ne conoscono almeno 13 specie, da quelle che si

LEGGI TUTTO