Mal d'Africa

MAL D'AFRICA

Il Kenya ti prende, il Kenya ti da

Il Kenya ti da tutto quel che serve

30-10-2015 di Fernando L.

Il Kenya ti prende l'anima, se hai l'anima per farti conquistare.
Perchè anche l'animale più selvaggio, il felino più temuto, il cuore più coraggioso e più spavaldo, prima o poi si farà catturare da qualcosa o da qualcuno.
Allora meglio se è l'Africa.
Il Kenya ti prende i sensi, se sai abbandonarti. 
Il Kenya ti prende per mano e ti mostra la vita nella sua essenza, nel bene e nel male, in miseria e in ricchezza e quando miseria e ricchezza si incontrano in un sorriso, come in un colpo di coltello.
Il Kenya ti prende per matto se lo ami in tutte le sue sfaccettature.
Il Kenya ti prende in braccio e ti culla con il silenzio della savana, il fruscio del vento tra le foglie delle palme, la dolce musica del mare.
Il Kenya ti da passione, se sei capace di appassionarti alle cose semplici. 
Il Kenya ti da la forza di vivere il presente senza il bisogno che si trasformi immediatamente in futuro.
Il Kenya ti da un'occasione per conoscerti più profondamente.
Il Kenya ti da una chiave di lettura per il mondo.
Il Kenya ti da tutto quel che serve e che non hai mai desiderato perchè ti sembrava troppo poco.
Il Kenya ti da alla testa, se la perdi completamente in Kenya.

TAGS: Il Kenya ti prendeIl Kenya ti da

Il mio Mal d'Africa ha un nome, Watamu.
Conosco poco del Continente Nero, ho visitato il parco nazionale dello Tsavo e la riserva dell'Amboseli, ho visto le cascate Vittoria in Zambia e ho fatto volontariato per due settimane in Uganda.LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

Il Kenya viene spesso definito giocando sugli opposti: “gioia e dolore”, “miseria e nobiltà”, “croce e delizia”, “inferno e paradiso”.
Il segreto della nostra splendida Watamu è che, pur non sottraendosi a questa ineluttabile regola dell’Africa, prende il meglio da...

LEGGI TUTTO IL RACCONTO

Premetto: non sono una fanatica del mare e delle vacanze al caldo.
Non impazzisco nemmeno per i villaggi turistici e le vacanze organizzate.
La cosa che mi ha portato in Africa, in Kenya è stata il bisogno di relax.
Stressata...

LEGGI TUTTO IL RACCONTO

Chi frequenta Watamu, ci vive o trascorre qui le vacanze, ormai non fa più caso che uno dei sorrisi più piacevoli da incontrare nella comunità italiana e che come se non bastasse propone prodotti enogastronomici della nostra Penisola, sia inglese.LEGGI TUTTA LA STORIA

“Intrecciare il rapporto personale con quello professionale non è facile, ma in un luogo d’incanto come Watamu tutto diventa più agevole”.
Questo è il pensiero comune di Federico e Viola, compagni nella vita e anima del  “Kobe Suite Resort”.
 

LEGGI TUTTA LA STORIA

C'era una volta... 
E pensare che di tempo ne è passato. 
Beh che dire, eppure per come è andata questa storia, io l'avrei immaginata esattamente così. 
Chi l'avrebbe mai detto che proprio l'energia di questa terra, pura ed incontaminata, l'energia buona, quella che riempie...

LEGGI TUTTA LA STORIA

La Moda italiana sbarca in Kenya e precisamente a Watamu. 
La griffe Missis Di., sinonimo del Made in Italy, ha scelto il Paese africano per conquistare turisti e residenti. 
Si tratta di abbigliamento, borse e accessori ricercati, tutti prodotti e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

A Watamu c’è chi la conosce come “Mama Zawadi” e chi come la Signora dei Legni del Mare.
Qua li chiamano “driftwood”, tronchi  portati, levigati o scolpiti dalla corrente dell’Oceano Indiano.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L'Africa nel destino fin da bimbo.
Il Kenya vissuto come un incanto, un giardino d'esperienze, una promessa.
Per Matteo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO