Ultime Notizie

RICETTE

Banane verdi in crema di cocco e cardamomo

Una ricetta semplice ma estremamente golosa

10-12-2020 di redazione

Abbiamo giá parlato della ricetta classica del matoke o banana verde, ma oggi vogliamo proporvi una versione dolce, inedita: matoke in crema di cocco e cardamomo.
Questo frutto molto simile alla banana, ma solo nell’aspetto, cresce soprattutto nella regione di Kisii ma si è diffuso ormai in altre zone del Paese anche perchè  oltre all’utilizzo nella cucina viene impiegato nella produzione di liquori e birra. Ricco di carboidrati semplici, potassio e fibre, è considerato anche una buona fonte di vitamine A, B e C.
Ecco la ricetta di questo dessert irresistibile.

Ingredienti:

2-3 banane verdi

1 tazza d’acqua

1 tazza di latte di cocco

2 cucchiai di zucchero

3-4 baccelli di cardamomo ( cannella )

Togliere le estremitá alle banane e sbucciarle.
Tagliarle prima nel senso della lunghezza e poi in pezzetti più  piccoli, ma non troppo.
Mettere in una padella antiaderente la tazza d’acqua, i baccelli di cardamomo aperti per consentire ai semi di uscire e le banane tagliate.
Portare ad ebollizione e cuocere fino a che la frutta non si ammorbidisce, circa 10 minuti.
Nel frattempo l'acqua sarà evaporata ( se non lo fosse aspettare ), aggiungere quindi il latte di cocco e cuocere a fuoco medio finché non si addensa, si consiglia di non mescolare perché le banane saranno ormai morbide e potrebbero rompersi. Aggiungere infine lo zucchero a a fuoco molto basso far cuocere ancora per 5 minuti.
Per chi volesse rendere la ricetta ancora piu profumata é possibile aggiungere della cannella in stecche o in polvere.
Una variazione gourmet: foderare una teglia con un rotolo di pasta sfoglia, versare le banane cotte come da ricetta e mettere in forno per circa 20 minuti a a 200ºc.
Sfornare lasciar raffreddare spolverare con un po' di zucchero a avelo e cannella in polvere. Risultato: un dessert facile e veloce, dall’aspetto, oltre che dal sapore delizioso.

TAGS: matoke kenyaswahili dessertmatoke dolcericette kenya

Le "matoke" o "matoki" sono banane verdi, anche conosciute come platano, non eccessivamente dolci che anche in Kenya, come in gran parte dell'Africa, hanno svariati utilizzi. Oltre alla farina e al pane, vengono usate a mo' di patate negli stufati.LEGGI TUTTO

Se siete dei golosi e ghiotti di dolci non potete perdervi l’estasi di assaggiare l’Halwa.
Il suo nome deriva del termine arabo “helw” che letteralmente significa dolce, è un dessert davvero squisito molto diffuso in tutto il medio oriente, in...

LEGGI TUTTO

In alcuni ristoranti swahili la salsa di mango per accompagnare il pesce alla griglia è una consuetudine.
Le ricette più gourmet prevedono l'ultilizzo di un pesce "nobile" come il red snapper, ma anche lo white snapper o il "kolekole" (più...

LEGGI TUTTO

Pasqua e Pasquetta da festeggiare a Watamu, in uno dei migliori locali tra quelli che hanno deciso di ...

LEGGI L'ARTICOLO

Pranzare in uno dei più eleganti ed appartati boutique hotel di Watamu, sulle rive della Jacaranda Bay.
Proprio di fronte agli isolotti di sabbia di “Sardegna Due” e rilassarsi sui lettini della splendida spiaggia privata? 
 

LEGGI TUTTO

"Samaki wa kupaka ya nazi", ovvero letteralmente "Cubetti di pesce al cocco" è un piatto della tradizione swahili del Kenya, che utilizza varie spezie di antica provenienza indiana per dargli sapore. Una versione molto gustosa prevede il "madras", quella più...

LEGGI TUTTO

Il frutto della passione (passion fruit in inglese) viene chiamato anche Maracuja ed è il frutto della Passiflora Edulis, pianta tropicale rampicante che appartiene alla famiglia delle Passifloraceae.
Si potrebbe pensare che il suo nome evochi proprietà afrodisiache....

LEGGI TUTTO

Un'antica leggenda swahili racconta che prima dell'arrivo dei portoghesi, gli indigeni della costa keniana non mangiassero l'avocado ma ne utilizzassero solamente l'olio, perché non lo consideravano né frutta né verdura.
Quando i portoghesi decisero che...

LEGGI TUTTO

Negli ultimi anni il turismo gastronomico è cresciuto in maniera considerevole in tutto il mondo.
Lo si deve alla popolarità di certe trasmissioni  e anche alla diffusione mediatica di piatti e relativi ristoranti specie nell’ambito dei social network.

LEGGI TUTTO

Anche se originariamente proviene dal Sud America, la papaia si è ampiamente diffusa in Kenya e ben integrata nella cucina swahili. Un interessante e gustoso esempio sono...

LEGGI TUTTO

In Kenya le patate sono particolarmente gustose.
La popolazione locale le adora fritte, tanto che sono il contorno ideale del piatto nazionale, la "nyama choma" (carne alla griglia quasi abbrustolita).
Ma vi sono molti altri modi di cucinarle.
Una delle...

LEGGI TUTTA LA RICETTA

Si chiamava "Jumba La Mtwana", dove "jumba" in kiswahili significa "casa".
Era una cittadella araba sorta nel ...

LEGGI L'ARTICOLO

L'ugali, composto da posho o sima, ovvero farina di mais e da un contorno che può essere di carne, pesce o verdura, è il piatto unico tipico del Kenya e specialmente della costa.

LEGGI TUTTO

Il Kenya è sempre più l'ambiente ideale del tamarindo, presente nella costa swahili da quando fu portato e piantato dall'India, mille anni fa.
Il Tamarindus Indica è un sempreverde maestoso, di lunga vita, appartenente alla famiglia delle leguminose.

LEGGI TUTTO

La bellezza della natura intorno a Watamu è il primo  biglietto da visita di questa meravigliosa...

LEGGI L'ARTICOLO

La lingua kiswahili, originaria dell'omonima costa che va dal nord del Mozambico fino al Corno d'Africa e successivamente adottata anche dal resto dell'Est Africa, particolarmente dai popoli...

LEGGI TUTTO